Bollette dell’acqua in violazione delle ‘norme’, il Pcl denuncia aumenti negli importi e ne chiede l’annullamento

bcc

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Col rispetto di tali frazionamenti del consumo annuo, - ancora Di Clemente - l’importo da pagare viene di gran lunga inferiore poiché scattano fasce inferiori; cumulando l’intero consumo nell’anno in violazione vengono importi di gran lunga superiore poiché scattano fasce superiori!
Non solo: viene elusa anche la prescrizione quinquennale, poiché se si applicasse la carta dei servizi essa non decorrerebbe più tutta dal 31 dicembre, bensì una buona parte da data anteriore a seconda del frazionamento, cioè dalla fine del bimestre, del quadrimestre o del semestre.

Tanto per dare una dimostrazione: ad un utente di Isernia con meno di 100 mc di consumo annuo, è arrivata una bolletta di 212,17 euro (già molto più elevata del passato) per gli anni 2014-2015; ricalcolata secondo le norme della carta dei servizi violate, è risultato un dovuto di soli 24 euro! Infatti tra la prescrizione scattata nel primo semestre 2014, e il frazionamento semestrale corretto del consumo tra le fasce, risultano addebitate ben 188,17 euro in più del dovuto”.

Insomma, applicando la Carta dei servizi si pagherebbe molto di meno, sostiene Di Clemente, con vantaggio soprattutto per le fasce sociali più deboli. Di qui l’annuncio: “L’abuso sarà vagliato dal giudice. Intanto, diffidiamo il Comune di Isernia ad annullare tali atti in autotutela per evitare il ricorso alla giustizia, una macchina onerosa per soli agiati. Nondimeno, il Pcl di Isernia, insieme all’Associazione antimafia Caponnetto e al sindacalista Di Schiavi continueranno la loro azione sul piano sociale contro la privatizzazione dell’ufficio tributi operata dall’amministrazione”.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

 

Change privacy settings