Pagamenti ai dipendenti, la Cisl Fp diffida il Comune di Isernia

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La nota di Feliciantonio Di Schiavi che chiede la corresponsione del ‘dovuto’ ai lavoratori entro dieci giorni e, in caso contrario, promette ricorso nelle sedi opportune


ISERNIA. Nonostante gli impegni presi dall’amministrazione comunale di Isernia per risolvere la vertenza dei dipendenti di palazzo San Francesco, con conseguente apertura del tavolo delle contrattazioni, la situazione sarebbe ancora ferma al palo. Questo quanto affermato, in una nota, dalla Cisl attraverso il referente sul territorio Feliciantonio Di Schiavi. Quest’ultimo diffida il Comune ad adempiere ai propri ‘doveri’ entro dieci giorni. Diversamente, promette battaglia nelle sedi opportune e il ricorso alla Funzione Pubblica per una eventuale ispezione.

“Si ricorda – recita il comunicato - che i dipendenti del Comune di Isernia sono creditori di quanto segue: dell'indennità di produttività relativa agli anni 2012 – 2013 e 2014;
della regolarizzazione delle schede di valutazione; delle indennità previste e prescritte dalla legge per i tecnici, nonché dallo stesso regolamento comunale; della regolarizzazione del C. D. I. economico e giuridico degli anni 2015, 2016 e 2017; della contrattazione decentrata integrativa relativa agli anni 2018 e 2019; della regolarizzazione del fondo, con il recupero dei soldi decurtati illegittimamente”.

Il countdown è avviato.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

 

Change privacy settings