Trasporto pubblico locale, i sindacati: bene il lotto unico, ora pensiamo a fase transitoria

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Dopo la bocciatura della proposta di riforma portata in Consiglio regionale dall’assessore Vincenzo Niro


CAMPOBASSO. Trasporto pubblico locale, i sindacati di categoria Filt Cigl, Fit Cisl, Uil Trasporti, Faisa Cisal e Ugl rilanciano sul dialogo con le istituzioni e sul gestore unico.

“Siamo davvero poco interessati – l’opinione del sindacato - alle diatribe politiche e alle posizioni trasversali che hanno consentito in Consiglio regionale di smontare il disegno costruito dall’assessore ai trasporti Vincenzo Niro, ovvero quello del doppio lotto di gara e di una procedura ristretta, che avrebbero sicuramente limitato la partecipazione di aziende ben strutturate in ambito nazionale ed internazionale, per assicurare un sistema di mobilità dignitoso di cui questa Regione ha bisogno”.

Tra i risultati raggiunti, a parere del sindacato, il confronto con tutte le forze politiche, con l’audizione in Terza commissione e con la presentazione di un documento di osservazioni tecniche. “Abbiamo cercato di spiegare – ancora la Filt Cgil - che il bacino e il lotto unico costituiscono per il Molise la soluzione migliore per assicurare su tutto il territorio regionale migliori condizioni qualitative del servizio, garantendo adeguate economie di scala e per tutelare le e aree interne, assicurando un sistema tariffario unificato in ambito regionale”.

“Certo la nostra massima aspirazione – il chiarimento - sarebbe stata quella di ipotizzare una unica procedura di gara che contemplasse nello stesso lotto sia il trasporto extraurbano regionale che quello urbano attualmente presente nei comuni di Campobasso, Isernia, Termoli e Larino. Una ipotesi assolutamente percorribile, come dimostra il caso Toscana”.

Quindi il riferimento alle proteste degli ultimi mesi, che hanno portato agli scioperi e al recente sit-in davanti alla prefettura. “Il prefetto di Campobasso Maria Guia Federico, al quale le organizzazioni sindacali hanno esposto le annose problematiche legate alla sicurezza dell’esercizio, agli autobus obsoleti e fuori legge, ai mancati pagamenti degli stipendi ha deciso di convocare tutte le parti in causa (aziende, sindacati, regione, consumatori e studenti) per il prossimo 20 gennaio. E’ del tutto evidente – la conclusione dei sindacati - che chiederemo alle istituzioni di impegnarsi affinché dette problematiche vengano affrontate e risolte già nella fase transitoria, che ci avvicinerà all’espletamento del bando di gara e all’assegnazione ad un gestore unico del trasporto pubblico regionale”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

Change privacy settings