Soste blu a Isernia, ancora multe ai disabili: la denuncia del Pcl

Soste blu a Isernia, ancora multe ai disabili: la denuncia del Pcl

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Continua la mobilitazione contro la gestione dei parcheggi a pagamento. Sotto accusa anche lo stato in cui versano le strade: “Incuria, buche e ancora tante barriere architettoniche”


ISERNIA. Non si placano a Isernia le polemiche legate alla gestione dei parcheggi a pagamento. Sotto accusa, ancora una volta, finiscono le multe scattate nei confronti dei disabili che sostano sulle strisce blu. La denuncia arriva dal Pcl

strade“Il 13 dicembre scorso corso Risorgimento – racconta il coordinatore Tiziano Di Clemente -, una persona disabile, sotto una pioggia battente nella tarda e fredda serata, non trova un parcheggio per disabili libero nei pressi dello studio medico dove deve recarsi per cure connesse proprio alla sua disabilità; e giustamente parcheggia sugli stalli blu ivi quasi tutti liberi. Espone ben visibile il contrassegno disabili, poiché come è noto c’è l’esenzione dal pagamento, stabilito dall’art.6.2 del capitolato speciale approvato con determina dirigenziale del Comune di Isernia n.509 del 09/07/2018, accettato dalla stessa concessionaria A.J. Mobilità che dunque è obbligata anche contrattualmente a consentire la sosta gratuita su ‘stalli blu’ ai disabili muniti di regolare contrassegno. Facoltà comunale prevista dalla legge.

Macché. Quando la persona disabile torna dalla visita, trova un bigliettino sull’auto peraltro sgualcito dalla pioggia e poco leggibile, ma si capisce che è la solita multa ordinata dal dirigente della società privata concessionaria dei parchimetri e zelantemente eseguita dall’ausiliario, che peraltro dovrebbe rifiutare l’ordine, non solo perché palesemente illecito, ma anche perché dovrebbe per tale funzione rispondere direttamente al Comune e non al dirigente società (come stabilito dalla stessa concessione)”.

Avviato l’iter per la tutela legale, il Pcl torna a contestare la scelta del sindaco “che non ha ancora revocato la concessione all’AJ Mobilità, l prefetto per non aver fornito risposte ai comitati. Nel contempo- afferma inoltre Di Clemente - siamo ancora in attesa, da mesi, che la Procura di Isernia si pronunci sulla richiesta di sequestro dei parchimetri”.

A ciò si aggiunge un’altra denuncia. “Di fronte a tanto zelo nel multare un disabile che parcheggia per recarsi ad una visita, si lasciano nel degrado le vie anche principali di Isernia con affossamenti e buche pericolose persino sulle strisce pedonali, e tante sono le barriere architettoniche da eliminare”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy