Crisi al Comune di Agnone, Greco: “Fallimento totale, meglio tornare al voto”

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il portavoce dei 5 Stelle in Regione punta il dito contro il sindaco Marcovecchio: “Sfiduciato da fedelissimi”



AGNONE. “La presa di posizione nell’ultimo consiglio comunale da parte di Linda Marcovecchio e Annalisa Melloni, ex assessori e colonne portanti dell’esecutivo di Palazzo San Francesco, certificano il fallimento politico e amministrativo dell’attuale maggioranza di centrodestra al Comune di Agnone”.

Dura la presa di posizione di Andrea Greco, portavoce del MoVimento 5 Stelle in Regione in merito alle ultime vicende che hanno caratterizzato la vita politica nella cittadina altimolisana e, in particolare su quanto accaduto in seno alla Giunta.

“Le dimissioni della Marcovecchio e della Melloni vanno lette come scelte coraggiose e al tempo stesso che fanno onore ad entrambe – ha evidenziato Greco -. Si tratta di un segnale forte che dimostra una frattura insanabile all’interno di una compagine, la quale, nell’arco di tre anni e mezzo, ha prodotto il nulla assoluto. A conferma di tutto ciò l’imbarazzante retromarcia sull’installazione della centrale a biogas bocciata non solo dagli amministratori locali, ma da tutti i sindaci dell’area. A questo punto se la maggioranza del Comune di Agnone volesse davvero bene alla collettività, dovrebbe rassegnare le dimissioni.

Ad un anno dalle prossime elezioni comunali sarebbe un atto di grande responsabilità e non di debolezza che consentirebbe di anticipare i tempi su una programmazione venuta meno, ma fondamentale per una cittadina che rischia il baratro. Senza azioni concrete da mettere in campo, senza alcun tipo di dialogo con Roma e l’Europa – dichiara ancora Greco – per non parlare delle reiterate prese in giro di Donato Toma e dei suoi adepti, il futuro della gloriosa Atene del Sannio appare segnato. Nel ribadire il mio impegno incondizionato per tutto il territorio – ha concluso -, auspico ci sia un passo indietro da parte di chi non ha più motivazioni, numeri e soprattutto sta per essere delegittimato dal popolo stufo di continuare a subire scelte che hanno prodotto e producono solo danni”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings