Inquinamento a Venafro, Tedeschi sollecita la realizzazione della bretella

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il consigliere regionale evidenzia la necessità e l’urgenza di deviare il traffico veicolare dal centro cittadino


VENAFRO. Subito la realizzazione della bretella di Ceppagna, per deviare il traffico dal centro abitato di Venafro. A sollecitarla è il consigliere regionale Antonio Tedeschi.

“Le decisioni non sono più rinviabili – ha evidenziato -. L’Anas prenda posizione e chiarisca una volta per tutte le sue intenzioni circa la realizzazione di un’arteria stradale capace di deviare il traffico veicolare da e verso Roma dal centro urbano di Venafro”.

I dati sono chiari: le centraline di monitoraggio dell’Arpa, posizionate in due punti sensibili della città, parlano di continui gli sforamenti registrati. Per questo, ad avviso dell’esponente dei Popolari per l’Italia, è necessaria “la costruzione di una bretella capace di deviare il flusso di veicoli provenienti da o diretti verso il Lazio dal centro urbano di Venafro non sia più procrastinabile. Al riguardo ho provveduto ad inoltrare una missiva all’Anas nella quale ho evidenziato le istanze del territorio e la necessità di procedere quanto prima alla realizzazione dell’opera. Intanto, a breve, il Consiglio regionale del Molise discuterà la mozione che ho presentato sull’argomento.

Come ormai noto - ricorda ancora Tedeschi - esiste già un progetto definitivo, costato 350 mila euro, per la realizzazione della cosiddetta bretella di Ceppagna. Si proceda alla sua realizzazione o si dimostri di avere i mezzi per la costruzione della Mignano Montelungo – Sesto Campano, soluzione a quanto pare caldeggiata dall’Anas. La mia mozione, mira, in sostanza, ad impegnare il presidente della Giunta regionale e l’Assessore al ramo a verificare presso la stessa Anas e presso i Ministeri competenti le reali intenzioni al riguardo. Mi appello - conclude Tedeschi - alla delegazione parlamentare molisana, affinché faccia pressioni sul Governo per sbloccare la situazione e facilitare la realizzazione di un’opera strategica, sia sotto il profilo ambientale, sia in termini di sviluppo socio-economico, che le popolazioni locali e il Molise intero attendono da anni”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings