Calenda conferma la fiducia a Toma: la mia posizione scomoda a molti, ma io non indietreggio

Calenda conferma la fiducia a Toma: la mia posizione scomoda a molti, ma io non indietreggio

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il presidente della IV Commissione, che più volte ha preso le distanze dalle posizioni del governo regionale, chiarisce la sua collocazione politica, nell’ambito della verifica di maggioranza avviata dal presidente. E chiede più coinvolgimento della coalizione nelle scelte


CAMPOBASSO. Verifica di maggioranza, Mena Calenda ribadisce la sua fiducia all’esecutivo Toma, ma precisa: “La mia posizione scomoda a molti, ma io non indietreggio”.

Un chiarimento politico avviato mentre è ancora in corso il confronto tra il governatore e i partiti di maggioranza, che almeno per il momento non dovrebbe portare a un rimpasto di Giunta, rinviato al prossimo autunno e al turn-over di metà legislatura.

“In questi giorni – le parole di Calenda - ho preferito la via del silenzio e della riflessione. Tante, troppe notizie, sono circolate in modo spasmodico e prive di logica politica. Le dietrologie e le beghe di palazzo non mi appartengono e le lascio ad altri. Torno a ribadire che il mio impegno è sempre rivolto al bene dei cittadini”.

“Ho avuto modo di leggere articoli di giornali e ascoltare dichiarazioni a mezzo stampa - ha aggiunto la presidente della IV Commissione consiliare - in cui mi è stato attribuito il ruolo di ancora di salvataggio. In realtà, la mia posizione è sempre stata coerente sin dall’inizio, sostenendo la coalizione con cui sono stata eletta ma, al contempo, adottando posizioni critiche quando i provvedimenti presentanti in aula non sono in sintonia con la 'mission' a cui siamo stati chiamati a rispondere”.

“Oggi ribadisco la mia fiducia a questo esecutivo – il chiarimento– ma al contempo lancio un appello al presidente Toma e a tutti gli assessori affinché ci sia un maggior coinvolgimento della maggioranza nelle scelte e nell’azione politica. Continuo a ribadire che serve uno scatto d’orgoglio, bisogna fare di più e meglio per risolvere le tante problematiche che attanagliano questa regione”.

“Basta con i personalismi – ha affermato ancora la consigliera - con azioni di disturbo per ottenere un posto al sole, il nostro unico obiettivo deve essere quello di migliorare le condizioni di vita dei nostri corregionali. Come in ogni coalizione possono esserci idee e posizioni divergenti, ma bisogna fare sintesi e proseguire con più decisione e coraggio rispetto al passato”.

“È questo quello che i molisani vogliono da noi, richieste che, per quanto di mia competenza, non saranno disattese. Nell’ultimo periodo ho ricevuto attacchi strumentali – ha concluso Calenda – probabilmente perché qualcuno ritiene la mia posizione ingombrante per il raggiungimento di obiettivi personali. Possono stare sereni: io non indietreggio”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

Privacy Policy