L'Unilever smantella, Mazzuto 'dorme': Micone e Di Lucente suonano la sveglia all'assessore

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Mozione dei due consiglieri regionali volta a scongiurare il trasferimento dello stabilimento di Pozzilli

CAMPOBASSO-POZZILLI. Una mozione volta a scongiurare il trasferimento dello stabilimento Unilever di Pozzilli e il licenziamento dei dipendenti. A presentarla, corredata da un forte richiamo alla responsabilità all'indirizzo di Luigi Mazzuto, assessore regionale al Lavoro, sono il presidente del Consiglio regionale Salvatore Micone e il capogruppo dei Popolari per l'Italia Andrea Di Lucente. Come riferito anche da isNews, il rischio è la chiusura di alcune linee di produzione ed il trasferimento delle stesse a Casalpusterlengo, in provincia di Lodi.

L’azienda di Pozzilli, si badi, rappresenta una delle poche grandi realtà presenti in Molise e la situazione drammatica che sta vivendo vedrebbe, dalle prime stime, la perdita di lavoro per circa 200 dipendenti, assestando un colpo mortale al già sofferente Nucleo Industriale e possibili licenziamenti diretti, che comporterebbero forti ripercussioni anche per l'indotto, mettendo a rischio indirettamente centinaia di altri posti di lavoro.

"Dato che, allo stato attuale non risultano azioni da parte dell'assessorato al Lavoro volte a dialogare con una delle maggiori realtà industriali ancora presenti in Molise - scrivono Micone e Di Lucente - per comprendere quali siano le esigenze e come possano essere tutelati i livelli occupazionali e che l’assessore Mazzuto non ha provveduto ad avviare alcuna interlocuzione con i responsabili Unilever per scongiurare il trasferimento della produzione, i consiglieri Micone e Di Lucente, seriamente preoccupati, chiedono al presidente della Giunta ed all'assessore Mazzuto di avviare un dialogo con i responsabili aziendali nazionali Unilever e le organizzazioni sindacali. I consiglieri recriminano e lamentano come l’assessore di competenza, nonostante diverse e concrete avvisaglie sulla questione, imperterrito continua a risultare inerte e totalmente assente di fronte alle criticità, alle esigenze e alle difficoltà che il territorio regionale ed il tessuto economico lamentano nella più totale mancanza di assunzione di responsabilità e di svolgimento di compiti che il delicato e fondamentale assessorato al Lavoro insitamente postula".

"Alla luce di questi ennesimi eventi e dato che il tempo è prezioso e quello perso irrecuperabile - concludono i consiglieri Micone e Di Lucente - si invita l’assessore a svolgere il proprio ruolo in maniera fattiva per il bene del Molise e dei molisani".

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings