Servizi legali alla Sea, l’Aiga protesta: requisiti troppo selettivi. Chiesto l’intervento del Comune

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

In merito all’avviso pubblicato l’8 gennaio sul sito della società


CAMPOBASSO. La Sezione di Campobasso dell’Aiga (Associazione italiana giovani avvocati) contesta il contenuto dell’avviso pubblico sull’indagine di mercato promossa dalla Sea di Campobasso, volta alla ricerca di avvocati per il conferimento di incarichi legali.

L’avviso pubblicato l’8 gennaio sul sito della società, precisa l’Aiga, prevede dei requisiti di partecipazione estremamente selettivi, che non danno la possibilità di poter proporre la propria candidatura non solo alla giovane avvocatura, ma anche a quella parte di professionisti che, a prescindere dall’esperienza e dalla competenza acquisita sul campo, non possiede i titoli richiesti.

“Pur rispettando la natura giuridica della Sea, che le permette di agire come un privato – afferma ancora la sezione Aiga di Campobasso – la società è capitalizzata al 100% dal Comune di Campobasso. Ciò rende auspicabile un intervento da parte dell’amministrazione comunale, al fine di poter rivedere interamente l’avviso, tenendo in considerazione l’intera classe forense”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

 

Change privacy settings