Giorno della memoria, Liliana Segre ringrazia Campobasso: ora la vostra città è anche la mia

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il messaggio della senatrice a vita, a cui il Consiglio comunale ha conferito la cittadinanza onoraria, nel giorno della consegna delle pergamene ai sopravvissuti dell'Olocausto e dei campi di concentramento


CAMPOBASSO. Un messaggio alla città di Campobasso, nel Giorno della memoria, scelto dall’amministrazione comunale di Campobasso per conferire le pergamene della cittadinanza onoraria, ai sopravvissuti dell’Olocausto: Liliana Segre, Piero Terracina, morto poco più di un mese fa, e i molisani Giovanni Tucci e Michele Montagano.

Un messaggio che la senatrice a vita Liliana Segre ha voluto mandare a Campobasso, la sua città, come l’ha definita. A leggerlo il presidente del Consiglio comunale Tonino Guglielmi, in una cerimonia toccante a palazzo San Giorgio col sindaco Roberto Gravina e con Giovanni Tucci.

perga“Cari cittadini, care cittadine di Campobasso – il messaggio di Liliana Segre - saluto voi tutti e ringrazio il Consiglio Comunale per avermi concesso l’onore di condividere con voi la cittadinanza di Campobasso. Da oggi siamo dunque concittadini e la vostra città sarà anche la mia. Una cittadinanza onoraria è un atto che istituisce un legame ed una empatia che sono sempre cifra di umanità e di idem sentire civile oltre che civico”.

“Sono dunque ben felice di potermi dire da oggi vostra concittadina – ha aggiunto la senatrice a vita - purtroppo ragioni di età e di salute mi impediscono di essere presente fra voi come vorrei, ma ci tengo a condividere con voi i sentimenti democratici e antifascisti che storicamente sono appannaggio della terra molisana”.

“Certa che la condivisione della cittadinanza renderà più saldi i nostri valori e i nostri principi auguro alla vostra, anzi nostra, comunità un futuro di prosperità e di progresso morale e civile. Data la coincidenza temporale auguro altresì buona Giornata della Memoria a tutti i miei nuovi concittadini e concittadine. Conoscere e conservare la storia – ha concluso Liliana Segre - è infatti la premessa indispensabile di una cittadinanza piena, consapevole e democratica”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

Change privacy settings