Unimol e archeologia, Di Baggio punta su Isernia per nuovi corsi di laurea

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Per l’assessore regionale il territorio pentro si presenta come “L’alveo naturale in cui condurre e ricondurre percorsi di studio e specialistici di alta formazione"



CAMPOBASSO. Si terrà il prossimo 3 febbraio a Campobasso la cerimonia di inaugurazione dell’Anno Accademico dell’Università degli Studi del Molise. Una cerimonia tutta dedicata al tema dell’archeologia e degli studi storici e paleontologici, con la presenza dell’archeologo Salvatore Settis, presidente del Consiglio Scientifico del Louvre.

Ne coglie l’occasione l’assessore regionale Roberto Di Baggio per sottolineare come: “Il territorio di Isernia si presenta come l’alveo naturale in cui condurre e ricondurre percorsi di studio e specialistici di alta formazione. Ci sono tutte le premesse – spiega Di Baggio - per poter ospitare nuovi corsi di laurea e, nello specifico, specializzarsi in quella che è la sua naturale vocazione.

Per Di Baggio “L’offerta formativa e universitaria deve essere equamente distribuita sul territorio e calibrata rispettando la naturale vocazione dei territori. Complimenti al Rettore prof. Brunese e all’intero Ateneo, che – sottolinea Di Baggio - ha centrato l’obiettivo accendendo i riflettori su una tematica cosi sentita e così importante per l’intera regione.

Con un buon lavoro di squadra – conclude l’assessore - e grazie alla preziosa collaborazione si stanno avviando nuovi percorsi di qualità, che non solo saranno un vanto per il territorio, ma che costituiranno il naturale sbocco di studi e di lavoro per i molisani e per tutti coloro che, attratti dall’alta qualità dei servizi offerti, verranno a studiare in Molise da fuori regione, con un’inversione di tendenza rispetto a tutto ciò che si è verificato finora”.

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia al numero 3288234063 un messaggio con scritto “ISCRIVIMI”. Ricordati di salvare il numero in rubrica! Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

Change privacy settings