Bagarre sul trasporto pubblico locale, i 5 Stelle: revocare le deleghe a Niro

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Chiesto il consiglio monotematico sulla questione, all’ordine del giorno le dimissioni dell’assessore al ramo



CAMPOBASSO. Sull’impugnativa da parte del Consiglio di Stato della legge regionale sui trasporti è scontro aperto in consiglio regionale. A chiedere la testa dell’assessore Niro sono oggi i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle che hanno appena consegnato la richiesta di un consiglio monotematico sulla questione.

“A nostro avviso – ha spiegato Andrea Greco - l’assessore Niro ha dimostrato di essere nocivo sia per il territorio che per il trasporto pubblico locale. Si continua a fingere di fare una serie di cose ma di fatto siamo immobili dal 2004. Sono 16 anni – sottolinea Greco - che non si riesce a far una gara d’appalto per il gestore unico. Qui non c’è più tempo da perdere. Ogni mese che passa senza mettere su una gara aperta, di rilevanza europea, per la ricerca di un gestore serio e affidabile, fa perdere tempo e risorse.

L’impugnativa del Governo – evidenzia Greco - conferma le nostre perplessità, su quella legge il Governo afferma che il lotto unico si può fare e dà ragione a tutto ciò che diciamo da tempo. Oggi stesso depositiamo una richiesta di monotematico, dove al primo unto all’ordine del giorno chiediamo le dimissioni dell’assessore Niro. La pazienza dei molisani è terminata”.

“Facciamo chiarezza su quanto accaduto – ha poi proseguito Angelo Primiani - Il Governo non si è pronunciato sui nostri principi cardine apportati sulla legge, non ha dato contrarietà sul lotto unico, sul gestore unico e sulla gara aperta. Si è pronunciato, invece, sulle tutele per i lavoratori, dicendo che non è opportuno inserirle nella legge regionale mail tutto deve essere disciplinato all’interno dei contratti tra le parti”.

“Su questa impugnativa – ha poi concluso Fabio De Chirico - dobbiamo precisare che ad essere stato impugnato è un semplice comma di un articolo che abbiamo voluto inserire nella legge. Si afferma, cioè, che i contratti ponte non possono essere inseriti in leggi. Per noi Niro è responsabile anche perché l’impugnativa non viola alcuna norma comunitaria, così come da lui affermato”.

A.V.

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia al numero 3288234063 un messaggio con scritto “ISCRIVIMI”. Ricordati di salvare il numero in rubrica! Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

Change privacy settings