Coronavirus, il Pd attacca la Regione: poca informazione sulla situazione in Molise

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Contestata la campagna comunicativa sull’andamento del contagio. Chiesti anche chiarimenti sui tempi della riapertura dell’ospedale ‘San Timoteo’


CAMPOBASSO. Emergenza Coronavirus, il Pd del Molise chiede una comunicazione più puntuale sulla situazione del contagio in regione.

“Se da un lato molte scuole del territorio e quasi tutti i Comuni si sono attivati con didattica a distanza ed una comunicazione più frequente volta ad informare i cittadini sulle misure prese dal Governo – hanno dichiarato i dem - dall’altro notiamo una carenza di comunicazione dalla massima autorità regionale in carica, ovvero il presidente Toma o l’organo regionale nella sua interezza. Se paragoniamo il lavoro comunicativo incessante delle regioni limitrofe, Abruzzo in primis, emerge in modo ancora più chiaro e desolante il silenzio del nostro Ente”.

“Ad oggi – ha aggiunto il Partito democratico - non abbiamo dati certi su quante siano le persone infette, quanti i ricoverati, quante le persone in quarantena e quante quelle sotto osservazione. Non sappiamo se c’è stato un aumento o un decremento e neanche se c’è un reale monitoraggio di questi dati. Nelle ore scorse sono arrivate notizie positive sia da Whuan, dove pare sia stato dimesso l’ultimo paziente ricoverato per Coronavirus, sia da Codogno dove pare si sia finalmente interrotta la catena di contagi”.

“E’ di fondamentale importanza – ancora il Pd comunicare ai cittadini, ai tanti molisani quale sia l’attuale andamento del coronavirus nella nostra regione se, e soprattutto se, la situazione si è stabilizzata e se ci sono delle curve di miglioramento. I molisani, le tante persone che in questi giorni stanno rispettando le regole imposte per arginare e spezzare la catena di contagi, meritano di essere informate”.

Quindi l’invito alle autorità istituzionale a monitorare e far cessare ogni sorta di propaganda politica, a partire dallo striscione che Casapound ha affisso all’ingresso dell’Isernia.

“Infine – concludono i dem - chiediamo a gran voce di conoscere cosa si sta facendo per la riapertura dell’unico ospedale del Basso Molise, il San Timoteo, chiuso in estrema urgenza a causa dell’infezione da Coronavirus e del quale nessuno ad oggi conosce i termini di riapertura. Adesso non è più tempo di nascondersi dietro la burocrazia, adesso è tempo di dare delle risposte”.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

 

Change privacy settings