Coronavirus, il caso Neuromed sul ‘Corriere della sera’: il nuovo cluster del Molise che preoccupa

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Dopo il contagio di 9 pazienti l’appello dei Comuni della provincia di Isernia a chi negli ultimi venti giorni può essere entrato a contatto con i positivi al test



CAMPOBASSO. Nove pazienti positivi al Covid-19, il caso del Neuromed di Pozzilli finisce sul Corriere della Sera. Di nuovo ‘cluster’ molisano e della situazione che si è creata nell’istituto di ricerca di Pozzilli parla il quotidiano di via Solferino.

“Fino al 18 marzo – scrive Valentina Santarpia – la provincia di Isernia era l’unica in Italia a non aver casi di Coronavirus, ma all’improvviso i numeri sono schizzati”. Anche a seguito del caso Pozzilli. Prima il test su un paziente 83enne di fuori regione, positivo, poi quello di altri 8 ospiti della struttura. Per un totale di 9 persone contagiate.

E mentre alla Neuromed sono partiti i meccanismi di protezione, malati isolati, attività non urgenti sospese, controllo della temperatura per tutte le persone che entrano nella stuttura, si sta cercando di ricostruire la rete delle persone entrate a contatto con i paziente risultati infetti. Lo stanno facendo i Comuni, a partire da Isernia, con un invito a inviare la propria segnalazione all’Asrem. Unico modo per evitare una crescita esponenziale dei casi. Come evidenzia anche il Corsera.

 Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

 

Change privacy settings