Coronavirus, 35 famiglie in quarantena tra Isernia e Venafro. Contagi fermi a 71

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

I dati confermati dal direttore generale dell'Asrem Oreste Florenzano


CAMPOBASSO-ISERNIA. Restano fermi a 71 i contagi in Molise. Lo ha reso noto stamani il direttore generale dell'Asrem Oreste Florenzano, confermando in sostanza i numeri di ieri: 572 tamponi processati, di cui 501 negativi; 7 malati in Terapia Intensiva, 16 in Malattie Infettive più 2 dimessi in isolamento domiciliare; 30 in tutto le persone in isolamento domiciliare; 3 i guariti; 8 purtroppo i decessi; 9 i pazienti, asintomatici, ricoverati al Neuromed.

Come riferisce l'Ansa, sono 9 a Isernia e 26 a Venafro le famiglie in quarantena dopo essere entrate in contatto proprio con la clinica di Pozzilli, dove figurano 9 casi positivi, tra cui 2 originari del capoluogo pentro.  I contatti con l'istituto di Pozzilli, comune da sabato scorso dichiarato zona rossa insieme a Venafro, erano dovuti a motivi di lavoro o per parenti ricoverati. "La quarantena per tali nuclei familiari - ha dichiarato il sindaco, Giacomo d'Apollonio - è iniziata già da alcuni giorni sotto il monitoraggio dall'Asrem che, il 23 marzo, ha trasmesso gli elenchi anche ai sindaci. Pertanto, ora, anche la Polizia Municipale verifica il rispetto delle prescrizioni. Le persone in questione sono tutte asintomatiche". Per quanto riguarda i casi di contagio in città d'Apollonio dichiara: "Oltre ai due pazienti ricoverati al Neuromed, in città non ci sono casi accertati".

Sulla stessa linea il primo cittadino di Venafro, Alfredo Ricci, che sempre all'Ansa dichiara di aver ricevuto l'elenco dall'Asrem, anch'egli il 23 marzo. "Ora, con tutte le cautele del caso -queste le sue parole - attraverso la Polizia Municipale stiamo monitorando la situazione. Il Comune farà in modo che le famiglie in quarantena abbiano tutta l'assistenza necessaria. Sono in questa condizione non per causa loro". Venafro è stata dichiarata 'zona rossa' dal governatore del Molise: "Non ha cambiato molto le disposizioni - argomenta Ricci - già avevamo messo in atto molte misure restrittive per la salvaguardia dei cittadini. Forte, però, l'impatto psicologico".

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

Change privacy settings