Coronavirus, salgono a 121 i contagi in Molise. Il timore per gli operatori sanitari e gli anziani

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Non c’è solo la struttura di Cercemaggiore, dove si sono verificati 16 casi, a creare allarme. L’appello a Toma e Florenzano, a proteggere ospiti e sanitari


CAMPOBASSO. Coronavirus, salgono ancora i contagi in Molise. Ora arrivati a 121, con i 14 nuovi casi tutti relativi alla provincia di Campobasso, di cui 9 nel capoluogo di regione. E sale la preoccupazione per i medici e gli operatori del 118, in prima linea nella battaglia contro il Covid-19. Si parla infatti di altri sanitari risultati infetti, come trapelato già ieri sera.

Tra i nuovi casi quello accertato a Baranello. Episodio questo non in relazione con il cluster di Riccia, ma con quello del capoluogo, come ha confermato il sindaco Marco Maio. “Una persona già in quarantena da diversi giorni, così come la sua famiglia”, ha detto il primo cittadino per rassicurare la comunità.

Sono 855 i test finora effettuati in Molise, con l’ultimo bollettino che presenta ben 14 casi in più rispetto ai 107 di ieri sera. Sono 26 i pazienti ricoverati all'ospedale Cardarelli di Campobasso, 17 in Malattie infettive e 9, i più gravi, tra loro anche i due provenienti da Bergamo, in Terapia intensiva. Nove i morti, l’ultimo un anziano ospite della Casa alloggio di Cercemaggiore, con 16 contagi diventata nuovo focolaio del Molise.

Grande il timore per le Case di riposo, come ha evidenziato Confcooperative Molise, che raccogliendo il grido d’allarme lanciato dai gestori delle strutture si è rivolto al governatore Donato Toma e al direttore generale dell’Asrem Oreste Florenzano: “Servono tamponi per ospiti e operatori sanitari”. Un appello rivolto anche ai sindaci, chiamati a fare da tramite.

Come evidenzia Confcooperative i possibili vettori di contagio sono molteplici: dalle ambulanze del 118, agli infermieri e ai medici di base che periodicamente effettuano visite nei centri. Oltre ai pazienti costretti a recarsi negli ospedali per fare la terapia o la dialisi.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

 

Change privacy settings