Coronavirus, piccola tregua: i contagi in Molise ora 175, solo un caso nelle ultime ore

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il nuovo tampone positivo relativo alla provincia di Isernia. Intanto chiuse le Poste di via Toscana a Campobasso per la positività di un dipendente, che era già in isolamento. Da domani, intanto, con ordinanza del governatore Toma, obbligo di mascherina a Termoli, Montenero di Bisaccia e Riccia


CAMPOBASSO. Il Coronavirus concede una tregua in Molise, dove i contagi accertati sono ora 175, uno in più rispetto al bollettino di questa mattina. Il nuovo caso relativo ad una persona della provincia di Isernia.

Dei 175 tamponi positivi, infatti, 149 sono relativi alla provincia di Campobasso, 16 alla provincia di Isernia e 10 di persone di fuori regione, su un totale di 1394 test effettuati. Sempre 30 i pazienti ricoverati al ‘Cardarelli’: 22 a Malattie infettive, 6 a Terapia intensiva (compreso i due provenienti da Bergamo), 2 in Terapia sub intensiva. Sempre 9 quelli curati al Neuromed di Pozzilli.

Sono invece 11 i morti in Molise, con l’ultimo decesso nella giornata di ieri, quella di un’anziana di 95 anni proveniente dalla Casa alloggio di Cercemaggiore in cui è stato individuato uno dei cluster, che da qualche giorno era ricoverata al ‘Cardarelli’. Rimasto invariato a 3 il numero dei pazienti guariti, mentre è alto il numero delle persone seguite a domicilio, in totale 124, di cui 106 asintomatiche e 18 dimesse dall’ospedale, a seguito del miglioramento delle loro condizioni di salute. Salito rispetto a ieri il numero delle persone in isolamento, attualmente 314, con 41 persone in sorveglianza.

Intanto nella giornata di oggi è stato chiuso l’ufficio postale di via Toscana, dopo che è stata accertata la positività di un operatore, che era già in isolamento. Sarà riaperto lunedì al termine dell’intervento di sanificazione.

Intanto da domani, con ordinanza del governatore Donato Toma, obbligo di mascherina a Termoli, Montenero di Bisaccia e Riccia, con l’obiettivo di circoscrivere e isolare i focolai già individuati, evitando la diffusione massiva del virus nel resto della regione. Per chi non rispetta la disposizione, in vigore fino al 17 aprile, sanzioni da 300 a 4mila euro.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

Change privacy settings