Abuso di droga in aumento a Campobasso, dalla Lega arriva la proposta di una commissione speciale

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il problema della dipendenza da sostanze stupefacenti, in particolar modo tra i giovani, ha assunto la dimensione di una emergenza che va affrontata con ogni mezzo necessario: dai tre consiglieri comunali della Lega, Maria Domenica D’Alessandro, Alberto Tramontano e Alessandro Pascale, arriva la proposta dell’istituzione di una commissione permanente speciale che si avvalga del supporto di esperti per indicare soluzioni immediate


CAMPOBASSO. I tre esponenti della minoranza a Palazzo San Giorgio lo dicono con chiarezza: “Il lavoro avviato dalla Procura della Repubblica deve essere supportato con azioni politiche decise”.

A Campobasso il largo utilizzo di oppiacei, unitamente all’aumento di assunzione di eroina e di altre droghe sintetiche tra giovani e giovanissimi, è un fatto che non ha precedenti.  Basta fare riferimento ai numeri che evidenziano un giro di affari di quasi 750 mila euro solo per quanto riguarda la vendita di cocaina, per comprendere la vastità del problema. Per giunta, secondo i tre consiglieri comunali della Lega, la crisi sanitaria ed economica in atto rischia di aggravare la situazione di disagio sociale, particolarmente accentuata in alcune zone del centro storico e nei quartieri periferici della città. A ciò si aggiunge lo stop momentaneo dell’attività di prevenzione e di supporto garantita dai Serd. Per questo gli esponenti della minoranza hanno chiesto “l’istituzione di una commissione permanente bipartisan, con rappresentanza politica paritetica, autorizzata ad avvalersi di esperti, per avviare lo studio di possibili soluzioni al degrado del centro storico e delle aree più a rischio della città e per arginare le forme di devianza e dipendenza legate all’uso di alcol, droghe e gioco d’azzardo compulsivo. Consapevoli – hanno dichiarato D’Alessandro, Tramontano e Pascale – che non sarà facile debellare un problema dalle radici così profonde, abbiamo tutti il dovere di prestare sollecita attenzione al fenomeno in sinergia con tutte le istituzioni del territorio”.

 Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

 

 

Change privacy settings