‘Fase due’, tra jogging e passeggiate Campobasso riparte. In mascherina nei luoghi chiusi

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Bar e ristoranti ancora chiusi, con alcune attività che hanno iniziato a lavorare per l’asporto, in attesa del possibile anticipo al 18 maggio del servizio al pubblico, se non ci saranno particolari emergenze sanitarie


CAMPOBASSO. Una bella giornata di sole ha accompagnato l’inizio della Fase due a Campobasso e la riconquista dei primi spazi di libertà. Cittadini per strada, ma senza assembramenti, nelle vie del centro cittadino, a partire da Corso Vittorio Emanuele, dove si sono riviste le persone a passeggio, quasi tutte con la mascherina (che non è obbligatoria nei luoghi all’aperto) e quasi tutte rispettando il distanziamento sociale. La prima regola per evitare la diffusione del Coronavirus.

villettaCome aveva annunciato ieri il sindaco Roberto Gravina, sono stati riaperti anche i parchi pubblici, con ingressi contingentati. Chiuse invece, per questioni di sicurezza, le aree gioco per bambini, come in villa Musenga (vedi foto). Possibile anche correre all’aperto, in questo caso a due metri di distanza da altri runner.

Chiusi anche bar e ristoranti, tranne che per i servizi di asporto che da oggi sono consentiti, come le consegne a domicilio. Un settore, quello degli esercizi pubblici, che dovrebbe riaprire il 1 giugno, salvo anticipo al 18 maggio se non dovessero presentarsi particolari emergenze sanitarie. Tanto da consentire un alleggerimento delle misure di sicurezza in regioni dove, come in Molise, il numero di casi è contenuto. Riapertura anticipata da confermare, che potrebbe riguardare anche parrucchieri ed estetiste. Categorie particolarmente penalizzate dal lockdown, nell’emergenza economica che si è accompagnata all’emergenza sanitaria.

E se la mascherina nei luoghi all’aperto non è indispensabile è invece obbligatorio indossarla negli ambienti di lavoro, negli uffici pubblici e nei luoghi chiusi, oltre che sui mezzi di trasporto, ma anche – lo ha evidenziato ancora il sindaco Gravina – se si va a trovare i propri cari, soprattutto se anziani. I più fragili.

C.S.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

 

Change privacy settings