‘Ué pe’ mò nen t’azzecca’!, progetto del Comune per sensibilizzare i giovani sui rischi del contagio

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’iniziativa, svolta in collaborazione con l’Unitalsi, presentata oggi in una conferenza stampa


CAMPOBASSO. ‘Ué pe’ mò nen t’azzecca’! #IoStoADistanza’, questo il titolo della campagna di informazione e sensibilizzazione, pensata dall’Amministrazione comunale di Campobasso e presentata oggi nell’atrio di Palazzo San Giorgio, per far riflettere tutti, non solo i ragazzi, sull’importanza che rivestono il rispetto delle regole e delle misure anti contagio anche nelle situazioni di svago.

La campagna, che verrà condotta principalmente nei luoghi e nelle strade frequentate dai giovani nel fine settimana, è promossa dagli assessorati delle Politiche sociali e da quello delle Attività produttive.

A illustrarne contenuti gli assessori Luca Praitano e Paola Felice, accompagnati dai ragazzi dell’Unitalsi coinvolti attivamente nel progetto, insieme ai preidenti delle commissioni Politiche Sociali, Rosanna Coccagno, e Attività Produttive, Margherita Gravina.

“La fine del lockdown, con le riaperture graduali delle attività commerciali, non rappresenta il venir meno di tutte le regole di distanziamento sociale in precedenza imposte – ha dichiarato l’assessore alle Politiche sociali, Luca Praitano - al contrario, la ‘Fase due’, determinando un allentamento delle misure restrittive, finisce per creare un clima psicologico dove le precauzioni tendono a scomparire, anche per il susseguirsi di messaggi di comunicazione che potrebbero generare confusione. Ora serve uno scambio ragionevole tra la libertà relativa e la salute assoluta, una sfida che come Amministrazione vogliamo contribuire a far sviluppare ancora di più.”

“È necessario trovare soluzioni che, oltre a chiarire i rischi reali che si continuano a correre anche in questa nuova fase emergenziale, supportino le attività commerciali, che possono riscontrare oggettive difficoltà per la gestione della propria clientela, nei controlli inerenti il rispetto delle norme di comportamento – ha aggiunto l’assessore alle Attività produttive, Paola Felice - Questa Amministrazione non intende sottrarsi a tale compito, ma anzi, al fine di non vanificare tutti gli sforzi finora attuati ha avviato una campagna di informazione, perché ogni cittadino sappia quali siano le regole di comportamento per il contenimento del contagio.”

“Il progetto ‘Ué pe’ mò nen t’azzecca’!’ – ha aggiunto ancora Praitano - nasce dalla consapevolezza della maggiore efficacia della prevenzione e dell’impossibilità di affidare ai soli controlli in ogni angolo della città, la diffusione di una coscienza civile da incentivare in ambito pubblico e nei luoghi privati. La campagna vuole lanciare una raccomandazione semplice, chiara ed efficace per contrastare il virus, un messaggio da rispettare sempre e in ogni circostanza, verosimilmente fino alla futura scoperta di una cura o di un vaccino, per essere così pronti alla terza fase, quella del ritorno alla normalità.”

“La grave crisi epidemiologica rende indispensabile potenziare le azioni e i canali di comunicazione verso la collettività – ha concluso Felice - In questo progetto una parte fondamentale la rivestono i ragazzi dell’Unitalsi che ci aiuteranno a diffondere il messaggio attivamente, con la presenza e la distribuzione di materiale informativo nei luoghi frequentati dai giovani nel fine settimana.”

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!