Rilancio del Paese, anche a Isernia il flash mob del centrodestra: in piazza pure Tartaglione e Patriciello

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

La manifestazione silenziosa per chiedere al Governo misure più incisive per la ripresa. La deputata azzurra: “Più tutela del lavoro e dell’individuo, non disoccupazione e reddito di cittadinanza”


ISERNIA. Il centrodestra è sceso in piazza anche a Isernia con un falsh mob di protesta per chiedere al Governo misure più incisive per il rilancio del Paese.
A manifestare in piazza della Repubblica simpatizzanti, ma soprattutto rappresentanti politici e istituzionali: dai consiglieri comunali e dagli assessori regionali all’europarlamentare Aldo Patriciello, fino alla deputata Annaelsa Tartaglione.
Proprio quest’ultima ha illustrato i motivi dell’iniziativa: “Oggi siamo qui – ha detto - a sostegno delle famiglie, delle imprese, delle Partite Iva, degli operatori socio sanitari, dei balneari e dei commercianti dimenticati dal governo. A distanza di 4mesi dalla dichiarazione dello stato di emergenza, il governo non ha dato alcuna risposta ai nostri concittadini”.

flashmob centrodestra“In Parlamento, da opposizione responsabile, - ancora Tartaglione - abbiamo concesso a questo governo uno scostamento di bilancio di quasi 100 miliardi di euro, una cifra esorbitante di denaro che il nostro Paese non avrebbe mai ricevuto neanche nei prossimi dieci anni. Ancora oggi però, mentre gli altri Paesi come la Germania hanno messo in atto misure shock per contrastare la crisi economica, dalla liquidità immediata alle aziende alla de-fiscalizzazione sull’horeca dal 19 al 7% per incentivare i consumi, in Italia ancora si aspetta la cassa integrazione a causa anche dei soliti cavilli burocratici, per non parlare dei famosi 600 euro di marzo”.

“Noi per questo scendiamo in piazza, - conclude la parlamentare azzurra - vogliamo che i soldi che abbiamo deciso con responsabilità di far arrivare per il nostro Paese siano impiegati per il rilancio vero dell'economia e per la tutela del lavoro e dell’individuo. 73 anni fa i nostri nonni votarono per la Repubblica. Una Repubblica democratica, come dice il primo articolo della Costituzione, fondata sul lavoro e non sulla disoccupazione e sul reddito di cittadinanza, i due simboli di questo esecutivo”.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!