Vendite a picco, l’appello al Comune: interventi urgenti su trasporti, parcheggi, tributi e mercati

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Le richieste di Confcommercio e degli imprenditori del settore all’amministrazione Gravina nel corso di un incontro/confronto


CAMPOBASSO. Sono le attività commerciali, in particolare i negozi di abbigliamento, a subire maggiormente gli effetti delle misure di contenimento dell’epidemia da Covid.
Lo certifica Confcommercio sulla sorta delle testimonianze dei lavoratori del settore. Pertanto, l’associazione ha promosso un incontro tra imprenditori e amministrazione comunale di Campobasso, rappresentata dal sindaco Gravina e dall’assessore Paola Felice, al fine di concertare azioni utili al rilancio del comparto.
Di qui le richieste di rivedere la mobilità urbana ed extraurbana, le tariffe dei parcheggi in centro, i tributi e le aree mercatali.

“Un incontro – ha commentato il presidente della Confcommercio Paolo Spina - che ha messo in luce la forte preoccupazione e il disagio degli operatori del commercio del capoluogo regionale che registrano un netto calo delle vendite che solo in minima parte sarà recuperato dalla anticipazione delle vendite promozionali, all’ordine del Consiglio regionale del Molise con procedura d’urgenza nella prossima settimana. Al pari attendiamo maggiori risposte concrete da parte del sindaco Gravina sulla sospensione dei tributi comunali”.

“La conclusione del periodo di smart working da parte dei numerosi dipendenti degli enti pubblici e il loro futuro ritorno nelle sedi fisiche inoltre – sostiene Spina – non potrà controbilanciare, come accennato dal sindaco Gravina, la mancata frequentazione nei negozi e delle attività del centro città avvenuta in questi mesi. Tra l’altro, da parte degli esercenti presenti, è stata denunciata fortemente la lacunosità, se non l’assenza, dei servizi di trasporto urbano ed extraurbano, che limita la normale mobilità dei cittadini molisani e che persiste creando disfunzioni evidenti e ulteriori danni al nostro sistema economico”.

L’incontro, oltre alla problematicità derivanti dall’emergenza sanitaria post Covid, ha posto anche temi storici riferiti al commercio cittadino sui quali gli esercenti auspicano interventi chiari. “In particolare – afferma il vicepresidente Antonio Marchitelli – i commercianti chiedono di rivedere le modalità della cosiddetta fiera mensile, nell’ambito di una riforma generale delle aree mercatali cittadine. E’ importante per questo la possibilità di sperimentare nuove soluzioni valide per tutti, attraverso un tavolo di confronto permanente con tutte le istituzioni interessate che tenga conto, inoltre, di rivedere le tariffe dei parcheggi a pagamento. Un’esigenza espressa dalla clientela e raccolta dai commercianti che consenta oltre a minori costi, una maggiore dinamicità e possibilità di parcheggio per quanti si recano in centro città per gli acquisti”.
Il summit ha infine evidenziato una rinnovata partecipazione degli imprenditori rispetto alla scelte e alle decisioni politiche, testimoniato dalla presenza e dai contributi alla discussione.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

 

Change privacy settings