Isernia, Pd a testa bassa: strisce blu, vergogna senza fine

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Sposato, Bontempo, Capone e D'Achille puntano il dito contro l'amministrazione: cittadini vessati


ISERNIA. Partito democratico  di Isernia di nuovo sul piede di guerra per la questione delle strisce blu. Dopo le novità scaturite dal Consiglio comunale di ieri sul tema, gli esponenti Dem Luciano Sposato, Maria Teresa D'Achille, Franco Capone e Ovidio Bontempo, sono tornati a evidenziare tutte le storture dell'appalto, giudicato senza troppi fronzoli una "vergogna senza fine".


"Come volevasi dimostrare la famigerata questione delle “strisce blu”, segnalata da noi per primi insieme ai comitati civici, è esplosa in tutta la sua criticità sia sul piano amministrativo che politico, ovviamente a danno dei cittadini - scrivono dal Pd - Le anomalie e le discrasie relative al capitolato di gara emerse tardivamente per un clamoroso deficit nelle fasi di controllo, preventive e successive alla folle e incomprensibile transazione portata avanti dalla giunta comunale, e la mancata sottoscrizione del contratto con la ditta A.J. Mobilità risultano, tuttora, una triste e vergognosa evidenza.  Tutto ciò aveva già portato alla nostra richiesta di annullamento delle procedure di gara in autotutela da parte dell’amministrazione che però si è dimostrata, ancora una volta, sorda e silente di fronte ai problemi della nostra città e alle richieste dei cittadini, insensibile davanti ai loro bisogni e incurante della tutela dei diritti sociali: scuole, lavoro, ambiente e soprattutto sanità pubblica, restano sostanza di una battaglia vitale mai veramente affrontata".

"La vicenda strisce blu - continuano i Dem - fa il paio con quella della gestione dei tributi (Ica Creset) che, sul piano finanziario, economico, sociale ed amministrativo, nessun vantaggio hanno apportato in seno al nostro Comune collezionando solo ulteriori scelte fallimentari. L’ultima novità relativa al recente annullamento delle multe conferma, anche dal punto di vista giuridico, quanto già ovunque e abbondantemente affermato dal comune buon senso. I disagi che i cittadini di Isernia stanno vivendo sulla loro pelle spaziano dalle multe ai disabili mai tutelati, al mancato frazionamento dell'ora, alla chimera del computo dei parcheggi coperti, alla gestione del terminal bus regalata alla ditta per ben 15 anni e sottratta al Parco della stazione, alle continue vessazioni ai danni dei cittadini che, anche in piena emergenza sanitaria, si sono ritrovati multati nonostante altri comuni vicini e lontani, piccoli e grandi, avessero giustamente sospeso i parcheggi a pagamenti in quella fase".

"Una debolezza politica - secondo Sposato, D'Achille, Capone e Bontempo - che si sostanzia nella totale accondiscendenza nei rapporti con la Regione Molise e, sul piano amministrativo, con i comportamenti inerti nei confronti di una ditta che ormai spadroneggia in città colpendo alle spalle i nostri cittadini, alla loro prima distrazione, con multe illegittime e vergognose. Il Consiglio comunale di ieri non è stato altro che il solito teatrino tragicomico tra un sindaco e una maggioranza di centrodestra che fa di tutto per restare attaccata alle poltrone - nonostante una palese inadeguatezza sul piano amministrativo e politico - e una pseudo minoranza, per lo più sempre di centrodestra, che finge di attaccare ma che in realtà è stata corresponsabile di questa nefandezza delle strisce blu. Vedremo a breve se tutto ciò si rivelerà una pantomima politica, film già visto di recente in Regione, oppure se qualcuno avrà il coraggio di andare fino in fondo nell’opposizione al sindaco e alla sua Giunta, che continuano ad amministrare grazie ad alcuni “voltagabbana” che, per amore di poltrona, passano con disinvoltura da sinistra a destra e viceversa, ignari - concludono dal Pd - del senso profondo di concetti come coerenza o pubblico interesse".

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

 

Change privacy settings