In Abruzzo ospedale Covid in 90 giorni, in Molise solo prese in giro. Iacovino: "Umiliazione senza precedenti"

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Per il noto professionista Larino Covid è ancora possibile ma commissario e comitati devono impugnare la determinazione prodotta dal dicastero della salute che ha penalizzato la regione


CAMPOBASSO. Com’è nel suo stile, non usa toni pacati l’avvocato Vincenzo Iacovino per definire il pasticcio targato Regione Molise e struttura commissariale sulla vicenda inerente l’accesso ai finanziamenti nazionali per attivare un Covid Hospital sul territorio regionale, un progetto che con il passare dei giorni sembra allontanarsi sempre di più e in modo particolare dopo che il Ministero della Salute ha letteralmente stravolto i due piani alternativi trasmessi a metà giugno scorso a Roma.

Secondo Iacovino “il Molise sta perdendo un’occasione nel silenzio della politica locale inetta, incapace e impreparata”. Per fare un parallelo Iacovino usa l’esempio della Regione Abruzzo, che ha attivato un ospedale Covid a Pescara in appena 90 giorni, con 181 posti letto, per una spesa complessiva di 11 milioni di euro, di cui 7 a carico della Protezione Civile e 4 messi a disposizione da Bankitalia.

“La Regione Abruzzo – dichiara il legale molisano - ha ben compreso l’importanza del momento e ha concretizzato le linee ministeriali per la fase due dell’emergenza sanitaria”. Al contrario “la Regione Molise ha presentato due progetti, entrambi bocciati dal Ministero che, contraddittoriamente e contrariamente alle sue linee, addirittura auspica un potenziamento della rete ospedaliera con aumento di qualche posto letto di terapia intensiva”.

Secondo Iacovino “il Ministro oltre a manifestare la sua incoerenza ha messo a nudo il diverso peso politico e manageriale di due regioni”; un fatto che a parere del professionista dimostra con chiarezza che ci sono state condotte diverse rispetto a situazioni identiche

Per Iacovino “Larino centro Covid è ancora possibile ma il commissario e i comitati devono impugnare la irragionevole determinazione assunta dal Ministro con evidente penalizzazione della nostra regione. il popolo molisano – conclude amareggiato il legale - non può subire questa umiliazione per colpa di questa ciurma di imbecilli vestiti a festa” .

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

 

Change privacy settings