Tweet offensivo, l’Unimol prende le distanze da Gervasoni e invita Elly Schlein

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

L’Università del Molise prende posizione sull’imbarazzante caso che ha visto coinvolto il proprio docente di Storia contemporanea e organizza una giornata contro le discriminazioni e l’uso improprio dei mezzi di comunicazione invitando la vicepresidente della Regione Emilia Romagna


CAMPOBASSO. L’Università degli Studi del Molise si dissocia da Marco Gervasoni, docente di Storia contemporanea proprio presso quell’Ateneo, finito nella bufera mediatica nazionale per un tweet con cui, condividendo la copertina dedicata al vicepresidente della Regione Emilia Romagna, ha definito la stessa un uomo, esclamando: “Ma che è n’omo?”.

Uscita poco elegante che, dopo aver suscitato le reazioni della politica e finanche dell’ex rettore dell’Unimol Gianmaria Palmieri, ha incontrato oggi la presa di distanze ufficiale dell’Università del Molise, che – di contro – ha invitato la vicepresidente Elly Schlein a far visita all’Ateneo.

“L’Università degli Studi del Molise, ente pubblico di ricerca e formazione, -recita testualmente la nota - non si identifica nelle posizioni politiche o nelle opinioni dei singoli docenti. Garantisce a tutti la libertà di insegnamento, richiamando al rispetto dei valori costituzionali e alla tenuta di atteggiamenti rispettosi della dignità umana e consoni alla deontologia del docente universitario.
Nel condannare ogni forma di discriminazione e di utilizzo improprio dei mezzi di comunicazione, in considerazione della rilevanza di questi temi, - ancora la nota - si fa promotrice di una giornata di studi alla quale il Rettore, Professor Luca Brunese, ha già invitato personalmente, dopo un cordiale colloquio telefonico, la dottoressa Elly Schlein, Vicepresidente della Regione Emilia Romagna”.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings