Fantozzi: “Sindaco come Ponzio Pilato”. Poi minaccia: non voteremo più debiti fuori bilancio

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

ISERNIA/ Botta e risposta tra il consigliere comunale dei Popolari e d’Apollonio sui conti di palazzo San Francesco


ISERNIA. Querelle a distanza tra il consigliere comunale pentro dei Popolari Gianni Fantozzi e il sindaco Giacomo d’Apollonio. Al centro dello scontro: i debiti fuori bilancio di palazzo San Francesco, con il primo che, lamentando scarsa attenzione da parte dell’amministrazione sull’argomento, chiede l’accertamento delle responsabilità, in particolare dopo il ‘caso Cicchetti’.

Richiesta rispedita al mittente dal primo cittadino di Isernia che ha ricordato come l’amministrazione abbia accertato 2 milioni e mezzo di debiti, impegnandosi a mettere le casse in ordine, e addossando sostanzialmente le colpe alle passate gestioni.

Riposta non gradita al decano del Consiglio comunale che, definendo d’Apollonio come ‘Ponzio Pilato’, minaccia di non votare più, unitamente al suo gruppo, provvedimenti del genere.

“Ho letto con attenzione la risposta del sindaco alla mia interrogazione sui debiti fuori bilancio, - afferma Fantozzi - mio malgrado devo constatare che non ha colto o non ha voluto cogliere il senso della mia richiesta. Difatti il sindaco si trincera affermando che i debiti che abbiamo sono stati ereditati e frutto delle precedenti amministrazioni (da lui definite ‘vecchia politica’). Ritengo che questa è una verità relativa, poiché anche questa amministrazione ha contribuito a generare debito. Sempre tra le righe della sua risposta, il Sindaco ha affermato che è stata rimessa alla Procura della Corte dei Conti ogni valutazione sull’individuazione di responsabilità per danni erariali procurati al nostro Ente.
Ecco, qui siamo giunti al fulcro della mia interrogazione, ricordo che il parere positivo nel verbale dei revisori dei conti, era subordinato ad un monito ben preciso, ossia che l’amministrazione doveva accertare con attività di riscontro, eventuali criticità e responsabilità per ovviare a tali situazioni. Solo in questo modo si può evitare che tali problematiche si ripetano e di conseguenza vengano depauperate le casse comunali. Dalle parole del sindaco – conclude Fantozzi - posso solo desumere un comportamento alla ‘Ponzio Pilato’ e posso affermare che agiremo di conseguenza, ovvero non voteremo più alcun provvedimento inerente ai debiti fuori bilancio, il mancato rispetto dei dettami dei revisori e la conseguente mancanza di tutela dei consiglieri (che si assumono delle responsabilità dando per scontato che si attuino i controlli necessari affinché determinate dinamiche non si ripetano più) non possono essere più tollerati”.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings