Eolico, interviene il Consiglio dei Ministri: no a nuovo impianto in Molise

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il provvedimento, autorizzato dalla Regione, prevedeva un intervento a Ripabottoni. Bloccata anche il procedimento di autorizzazione di una turbina a Bagnoli del Trigno


CAMPOBASSO. Eolico, il Consiglio dei Ministri interviene nel procedimento per la realizzazione di tre nuovi impianti in Molise e ne blocca uno.

A norma dell'articolo 14-quater della legge 7 agosto 1990, numero 241, il Cdm ha deliberato di non consentire la prosecuzione del procedimento di autorizzazione per la realizzazione di una turbina eolica di potenza nominale 800 kW nel comune di Bagnoli del Trigno, in località ‘Serra La Croce’.

Il Consiglio dei Ministri ha invece deciso di consentire la prosecuzione del procedimento di autorizzazione di un impianto eolico costituito da un aerogeneratore con potenza nominale di 1 MW, in località ‘Il Casone’, nel comune di Pietracatella e di un impianto eolico costituito da un aerogeneratore con potenza nominale di 1 MW, in località ‘Torre Zeppa’, nel comune di Ripabottoni.

Inoltre, ai sensi dell'articolo 14-quinquies della legge 7 agosto 1990, n. 241, il Cdm ha deliberato l'accoglimento dell'opposizione del ministro per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo avverso l'autorizzazione unica, rilasciata dalla regione Molise, alla realizzazione di un impianto eolico della potenza di 800 kW in località ‘Cerro Secco’, nel comune di Ripabottoni.

All'esame di questi punti all'ordine del giorno ha partecipato, su delega del presidente della Regione Molise, l'assessore regionale per le Politiche sociali ed il lavoro, Michele Marone.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto! 

Change privacy settings