Sanità in ginocchio, il Pd si appella a Gravina: chieda di convocare la Conferenza dei sindaci

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

I consiglieri di centrosinistra intervengono dopo la notizia della possibile attivazione di 60 posti letto nella struttura riabilitativa privata di Salcito


CAMPOBASSO. Sanità molisana in ginocchio e livello dell’emergenza sanitaria a livelli preoccupanti. I consiglieri comunali del Pd e de La Sinistra, Alessandra Salvatore, Bibiana Chierchia, Giose Trivisonno e Antonio Battista, rilanciano in Consiglio comunale il loro ‘Sos Molise’.

Consiglieri che con un ordine del giorno, non approvato dall’Assise, civica hanno chiesto di coinvolgere i 25 sindaci dell’Ambito Territoriale Sociale di Campobasso, per ottenere dal direttore generale dell’Asrem Oreste Florenzano la convocazione della conferenza dei primi cittadini molisani. 

Richiesta formulata anche da Roberto Gravina, che come hanno però precisato i dem, a norma di regolamento deve essere sottoscritta da un terzo dei sindaci del Molise. Da qui il loro appello al primo cittadino di Campobasso, presidente del comitato sindaci dell’Ats di Campobasso, a mobilitare tutti i 25 amministratori che ne fanno parte.

“Lo faccia sindaco, noi siamo al suo fianco – hanno dichiarato i consiglieri di centrosinistra – La situazione è oggi drammaticamente precipitata, con tutti gli ospedali regionali saturi ed impegnati sul fronte Covid, tanto da rendere necessario il trasporto dei pazienti nei nosocomi di altre regioni. In mattinata è stata diramatala notizia della possibilità che il Dg Asrem sottoscriva un accordo con la Fondazione Pavone (Gruppo Neuromed), Istituto di Riabilitazione, per l’utilizzo di 60 posti letto e di personale da destinare a terapia sub-intensiva”.

“Chieda la convocazione della Conferenza dei sindaci – hanno aggiunto – anche per aver conto di quali siano i costi per l’allestimento di 60 posti di terapia sub-intensiva presso una struttura privata riabilitativa, quale quella di Salcito, verosimilmente priva di Terapia intensiva e lontana da tutti i presidi ospedalieri molisani e non. Chieda conto dei tempi necessari per avere la disponibilità della nuova area Covid presso il Cardarelli, cchieda quale sia il protocollo operativo per chi ha bisogno di cure in terapia intensiva, come vengono raccolti  i dati sui contagi e poi inviati al Ministero, quale sia lo stato della campagna vaccinale, come sono state gestite le poche dosi già arrivate e come verranno gestite quelle in arrivo, quale il personale sanitario su cui si può contare, se e quali accordi sono stati presi con i medici di medicina generale e con i pediatri di libera scelta.  La sua maggioranza – hanno concluso gli esponenti del Pd e de La Sinistra - non ha voluto ascoltarci. Lo faccia lei per il bene dei cittadini campobassani e molisani”.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto! 

Change privacy settings