Isernia, Pd e Scurti chiedono la testa del sindaco: impossibile non sapesse dell’appalto sui rifiuti

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La segretaria dem e l’esponente di Italia in Comune compatti contro d’Apollonio: “Le carte parlano chiaro”


ISERNIA. Duro attacco al sindaco di Isernia Giacomo d’Apollonio da parte degli esponenti del Partito Democratico, per bocca del segretario cittadino Maria Teresa D’Achille e di quello provinciale Luciano Sposato, e di Italia in Comune – rappresentata dall'avvocato Oreste Scurti.

In conferenza stampa tenutasi nella mattinata del 23 febbraio in piazza Michelangelo, dinanzi al palazzo dell’Area Tecnica comunale, i due hanno evidenziato le incongruenze sul bando da 17 milioni per la gestione dei rifiuti cittadini e, alla luce di queste, hanno chiesto lo scioglimento della Giunta e le dimissioni del sindaco.

Tutti i dettagli nell’intervista video.

GUARDA L'INTERVISTA

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings