Elezioni rimandate a settembre, Viminale pronto. Attesa a Isernia

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

I partiti non si oppongono, le elezioni nelle grandi città potrebbero slittare a settembre. C'è anche il capoluogo pentro.


ISERNIA. Anche le elezioni amministrative di giugno rischiano il rinvio a causa della pandemia e dei problemi di sicurezza ad essa collegati.

C’è anche Isernia tra le città in cui il voto sarebbe rimandato a settembre. Il Viminale ha un piano ben preciso e i partiti di maggioranza al momento non si opporrebbero al rinvio. 

Oggi procedere con tutte le operazioni legate al voto non è possibile. L’Italia è in parziale lockdown, lo è pure il Molise e l’imminente rinvio delle elezioni alla Regione Calabria, già rinviate (di due mesi) all’11 aprile, e probabilmente nuovamente posticipate per ovvie ragioni di sicurezza, inducono a pensare che il voto nelle grandi città sarà quasi certamente rimandato a settembre, sempre che la pandemia concederà una tregua, naturalmente.

A determinare la decisione è il ritardo nel piano di vaccinazioni che, contrariamente alle previsioni e agli annunci, sta andando a rilento.

La data possibile in calendario sarebbe quella di domenica 19 settembre, ma è solo un indicazione di massima, al momento.

Nessun partito chiederà il rinvio, ma nessuno si opporrà se il governo dovesse proporre uno slittamento di tre mesi per ragioni di sicurezza. Anzi tutti daranno il via libera, come già successo lo scorso autunno. Qualche resistenza potrebbe arrivare da Fratelli d’Italia, ma anche questo è tutto da verificare.

Entro il 15 aprile sarà presa la decisione finale. Quella è infatti l’ultima data per indire i comizi elettorali o, viceversa, per firmare il decreto per aprire una finestra supplementare dopo l’estate. Ma la decisione arriverà senz’altro prima. Tutti sono concordi nel ritenere come vera urgenza la netta accelerata del piano di vaccinazione che consentirebbe di arrivare alle elezioni con meno timori e maggiori garanzie per i cittadini.

Schermaglie rinviate anche a Isernia, dunque? Sì, così come negli oltre 1200 Comuni in cui si andrà alle urne. Manca l’ufficialità, al Governo Draghi la prima e probabilmente ultima mossa.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings