Il Molise che scompare: nel 2020 il record dei morti

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Da una stima fatta dall’associazione ‘Forche Caudine’, che ha analizzato il numero dei decessi a partire dal 2000. Il fattore Covid ha inciso, come l’aumento dell'età media dei residenti


CAMPOBASSO. Il 2020 è stato l’anno record per numero di decessi in Molise. È quanto stima ‘Forche Caudine’, elaborando dati Istat non ancora definitivi.

Dal 2000 al 2010, ricorda l’associazione dei romani d’origine molisana, il numero annuo di morti in Molise s’è mantenuto stabile intorno a quota 3.500, nello specifico tra i 3.402 del 2002 e i 3.599 del 2006. Nel decennio dopo le cose sono cambiate: nonostante il calo della popolazione residente, il numero dei morti è salito mediamente di 150 unità, da un minimo di 3.561 toccato sia nel 2013 sia nel 2014, fino a 3.855 del 2017 e 3.884 del 2015.

Il 2020, nonostante a febbraio abbia segnato la discesa sotto la quota psicologica dei 300mila residenti (probabilmente a fine anno si è scesi poco sopra 296mila), il numero dei decessi dovrebbe costituire un record, sfondando di poco la soglia delle 4.000 unità.

Il Covid ha ovviamente inciso pesantemente, per quanto abbia accentuato un trend già presente, dovuto ad un’età media in costante crescita. Sul Coronavirus l'associazione presenterà in modalità online il libro ‘Covid e dintorni’ di Domenico Mamone e Giampiero Castellotti, Unsic editore, di imminente uscita.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings