Salvo il punto nascite a Termoli: prevale la volontà popolare. Bocciati Asrem e commissari

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

In basso Molise si continuerà a nascere: altra sonora sconfitta per i vertici della struttura commissariale e dell’Azienda sanitaria regionale


TERMOLI. Nel pieno dell’emergenza pandemica in atto in Molise, un atteso spiraglio di luce è arrivato con la sentenza n. 80/2021 del 3 marzo con la quale i giudici del Tribunale Amministrativo Regionale hanno accolto il ricorso presentato da 16 amministrazioni comunali del basso Molise e di conseguenza hanno annullato gli atti emanati dalla struttura commissariale, rappresentata dal commissario ad acta Angelo Giustini, e dall’Asrem che avevano sancito la chiusura, a partire da giugno 2019, del punto nascite al San Timoteo di Termoli.

Nel pomeriggio di oggi la sentenza è stata commentata con soddisfazione dai legali dei Comuni ricorrenti, Vincenzo Iacovino, Massimo Romano e Vincenzo Fiorini e da alcuni sindaci del territorio, tra cui il primo cittadino di Termoli Francesco Roberti.

Una pronuncia che segna l’ennesima sconfitta della classe politica molisana e dei commissari nominati dal governo centrale, e che tutela la dignità del basso Molise, territorio letteralmente depredato negli ultimi 20 anni di servizi essenziali. 

Dopo la soppressione decisa nel 2009 dei reparti di ostetricia-ginecologia e pediatria al Vietri di Larino, da cui in pochi anni si è arrivati alla chiusura dell’intero presidio ospedaliero frentano, si è provato a sopprimere anche il punto nascite del San Timoteo, negando al territorio più popoloso del Molise e che conta oltre 110mila abitanti, il diritto di avere un reparto ospedaliero di vitale importanza; un segnale che dimostra ancora una volta lo scollamento esistente tra la classe politica e i vertici della sanità regionale da un lato, e i cittadini dall’altro. Ma la volontà popolare ha prevalso contro la logica dei tagli ragionieristici, che hanno contribuito negli anni a portare la sanità pubblica al collasso, con le disastrose conseguenze che da un anno il Molise sta vivendo. 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings