Salvare il turismo dopo la pandemia: il Molise agli Stati generali del Patrimonio

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’annuncio dell’assessore Cotugno: “La nostra Regione sarà parte della delegazione nazionale per la stesura del Piano strategico di rilancio del settore grazie al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza”


CAMPOBASSO. E’ stato il ministro del Turismo, Garavaglia, a dare ufficialmente il via libera stamani agli Stati Generali del Patrimonio italiano. Un’opportunità in termini di rilancio del settore turistico, grazie ai fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, dopo un anno di sofferenza e di crisi per effetto della pandemia.

All’inaugurazione del progetto ha preso parte anche il vice presidente della Regione e assessore alla cultura e al turismo, Vincenzo Cotugno, che ha annunciato: “Il Molise sarà parte della delegazione nazionale per la stesura del Piano strategico”.

Si va verso l’unicità del Prodotto Turistico Italiano – ha spiegato Cotugno a margine dei lavori - con un censimento dell’esistente e un Piano d’azione per la valorizzazione internazionale. 

Saranno 12 mesi di intenso lavoro, di grande oculatezza nel mettere a sistema l’immenso patrimonio storico, artistico e culturale italiano. Digitalizzazione e investimenti comunitari attraverso il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza : la sfida è lanciata, il Molise farà la sua parte” ha concluso l’assessore regionale.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

 

 

 

Change privacy settings