Fondi europei, chiesto Consiglio monotematico. Trivisonno: primaria la strada a 4 corsie

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La richiesta sottoscritta dai gruppi di centrosinistra e centrodestra, anche in vista della riprogrammazione dei finanziamenti 2021-2027


CAMPOBASSO. Una seduta monotematica del Consiglio comunale di Campobasso, per discutere dell’utilizzo dei finanziamenti europei e delle loro opportunità, in vista della programmazione dei Fondi di Coesione Europei 2021-2027. A richiedere la riunione i consiglieri 12 consiglieri di opposizione, sia del centrosinistra che del centrodestra.

“Ormai in fuga dal Molise sono in tanti, in troppi – ha dichiarato ikl primo firmatario della richiesta, il capogruppo del Pd Giose Trivisonno - Un trend drammatico, che sembra importare poco ai più, mentre la politica avanza a passo lento, toma toma. Non vanno via solo ‘icervelli’, ma un po' tutti, alla ricerca di opportunità di lavoro. Eppure questa terra, di opportunità da dare, ne avrebbe tante, penso al Parco del Matese. Siamo ancora in tempo, ma serve un patto, una visione e una programmazione. Nessun può riuscire ad invertire il trend in un giorno ma, iniziando adesso, questa nostra amata terra potrebbe riuscire a trovare un posto nel futuro”.

“La Regione Molise – ha aggiunto Trivisonno - è in ritardo ma la cosa più drammatica è che sembrano mancare idee e visione. Crediamo che occorra ribaltare la logica che, fino ad ora, ha guidato la gestione dei finanziamenti e che, spesso, ha dato risposte ad esigenze parziali, rispetto a quelle generali. È evidente che al Molise serve, per prima cosa, una 4 corsie Venafro -Termoli, un'arteria che porti a vitalizzare economia e società. In nome di quest'opera dovrebbero essere uniti tutti i sindaci dei Comuni molisani, a partire da capoluogo”.

“La pandemia ha aperto nuove prospettive sul lavoro: un pc ed una moderna connessione internet possono garantire la stessa efficienza di lavoro a Manhattan come in un borgo molisano. Bisogna investire in questo senso, creando le opportunità di nuovo ‘insediamenti agili’ Poi c'è da investire in ambiente, cultura, turismo, agro-alimentare, salute, pubblica amministrazione di qualità – ha concluso Trivisonno. Insomma, prima di arrendersi al troppo spesso sentito "meglio tornare con l'Abruzzo", proviamo a resistere ed a risorgere (oltretutto Marsilio, che già ci ignora, non avrebbe migliore considerazione in caso di nostra ‘annessione’)”.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings