Movida fino alle 2 di notte. Tra critiche all’ordinanza e la richiesta di più controlli e sicurezza

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Oggi la riunione del Comitato ordine e sicurezza pubblica e nel pomeriggio la Commissione Attività produttive del Comune di Campobasso


CAMPOBASSO. Pub, bar e ristoranti chiusi alle 2 di notte, niente musica e limitazione nella vendita di bevande alcoliche. E poi controlli maggiori, soprattutto nel fine settimana.

Le limitazioni contenute nell’ordinanza firmata dal sindaco di Campobasso Roberto Gravina, per evitare nuove impennate del contagio da Covid-19 e anche per garantire il decoro urbano e la quiete pubblica, nella riunione di oggi della Commissione consiliare Attività produttive.

Disposizioni più rigorose, quelle imposte dal primo cittadino, con le resistenze emerse al provvedimento, in vigore per 30 giorni, da parte dei gestori degli esercizi commerciali e dei giovani, che chiedono di tornare a una vita più normale dopo le restrizioni dovute all’emergenza sanitaria.

Sta di fatto che il tema del degrado e degli schiamazzi notturni nelle zone della ‘movida’, a partire da via Ferrari, sono state anche al centro della riunione di oggi del Comitato ordine e sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto di Campobasso Francesco Antonio Cappetta. Riunione in cui si è deciso di potenziare i controlli da parte delle forze dell’ordine, a Campobasso, così pure come a Termoli.

“Ho condiviso l’ordinanza del sindaco, ma serve più sorveglianza – ha dichiarato dopo la riunione il capogruppo di Fratelli d’Italia Mario Annuario – gli abitanti della zona della ‘movida’ e del centro storico sono esasperati per il chiasso del fine settimana. Potenziare i controlli è indispensabile, non solo in via Ferrari, anche perché ultimamente i giovani si sono spostati in via Chiarizia e in zone più ‘appartate’. Ma chi vive lì si lamenta di non riuscire a dormire”.

C’è poi la posizione dei gestori dei pubblici esercizi, che chiedono di poter lavorare, sia pur rispettando le normative in materia di sicurezza anti Covid. Per ora entro le 2 di notte, come impone l’ordinanza di Gravina.

C.S.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings