‘Visitmolise’ e la rivoluzione digitale del turismo. Toma e Cotugno: sarà un'estate da record

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Oggi al Teatro Savoia di Campobasso presentata la piattaforma che concretizza la nuova fase di promozione del territorio. Che parte dalla convocazione degli Stati generali e arriva allo spot sulle reti nazionali e alla nuova campagna social


di CARMEN SEPEDE

CAMPOBASSO. “Se il 2020 è stato un anno da record l’estate 2021 sarà quella del boom per il Molise”.

Parole di grande ottimismo, che nascono dalla consapevolezza che qualcosa, nella promozione della regione, è cambiato, quelle pronunciate dall’assessore a Turismo e Cultura Vincenzo Cotugno, nella presentazione della piattaforma visitmolise.eu.

L’attivazione del portale, che arriva al termine di un percorso iniziato nel 2018, con la convocazione degli Stati generali del turismo, in una conferenza stampa al Teatro Savoia di Campobasso, alla presenza del presidente della Regione Donato Toma, della governance di Sviluppo Italia Molise, che ha redatto il Piano strategico regionale per lo sviluppo del Molise, e di Suggesto, la società trentina, che con Interline e Aedeka ha curato il piano di comunicazione e la campagna social ‘Estate 2021’.

“Oggi si compie una vera rivoluzione digitale – ha detto Cotugno – la concretizzazione di un nuovo modello di sviluppo per questa regione, nella quale abbiamo creduto fin da quando ci siamo insediati. Nella fase di ascolto abbiamo coinvolto tutti e 136 comuni e 1.000 stakeholder, ma non tutti hanno risposto al nostro appello. Adesso si parte con un portale che funzionerà con la collaborazione di tutti gli operatori del territorio e del turismo”.

“In questi anni – ha aggiunto l’assessore – abbiamo investito 5 milioni di euro per i bandi di Turismo è cultura e anche la Fondazione Molise cultura ha portato avanti iniziative di grande pregio. Ora facciamo il salto, anche grazie allo spot del Molise andato in onda per due settimane nelle reti nazionali e che secondo l’Auditel ha raggiunto 40 milioni di telespettatori. Chi verrà qui troverà mare, montagna, ambiente, arte, archeologia e enogastronomia, ma puntiamo a un turismo anche di nicchia, di lusso. Basta con “Il Molise non esiste”, anche perché ci aspettiamo un’estate con grandissimi risultati”. L'INTERVISTA A VINCENZO COTUGNO

 

toma“Il turismo è tutto, è sviluppo e cultura e ringrazio l’assessore Cotugno per il dinamismo e la vision e per averci creduto fin dall'inizio – ha rimarcato il governatore Donato Toma – Dietro quello che speriamo possa essere il boom del Molise non c’è la fortuna ma il lavoro dell'assessore e di una struttura. Torniamo a ‘lu Mulise’, che è come l’isola che non c’è di Peter Pan, che poi ti stupisce e al ‘Fanciullino’ di Pascoli’. Il luogo che abbiamo tutti nel cuore”. GUARDA LA VIDEOINTERVISTA A DONATO TOMA

 

 

Change privacy settings