L'ambulatorio chiude e non c'è un sostituto: Castropignano rischia di restare senza medico

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L'allarme del sindaco Scapillati che incalza l'Asrem affinché vengano trovato soluzioni immediate


CASTROPIGNANO. Servono risposte e servono subito. A chiederle è il sindaco di Castropignano Nicola Scapillati. La questione riguarda la presenza di un dottore in paese. “Il prossimo 29 luglio – spiega il primo cittadino - chiuderà l’ambulatorio del medico di base ed in attesa che la sede venga assegnata definitivamente mediante procedura ad evidenza pubblica, alla data odierna la Asrem ancora non provvede a nominare un medico sostituto, né ad avvisare i cittadini interessati”.

Un comportamento che per il sindaco è inaccettabile. “Dal 30 luglio – evidenzia ancora - gran parte dei cittadini di Castropignano resterà senza la continuità dell’assistenza medica di base e chi ancora non ha provveduto, non potrà neanche procedere ad effettuare la prenotazione per i vaccini Covid-19 che richiede proprio di indicare il medico di base. Considerate le caratteristiche di anzianità della popolazione locale, si ravviseranno problematiche legate alla mancata assistenza da parte del Servizio Sanitario Nazionale, diritto costituzionalmente riconosciuto, con gravi ripercussioni sulla salute dei cittadini.

Siamo sicuri che a breve la Asrem provvederà a risolvere il problema, ma siamo pronti ad affrontare ogni tipo battaglia a tutela della salute della popolazione locale”. 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

 

 

Change privacy settings