Covid, appello dei sindaci della costa all'Asrem: accelerare le vaccinazioni per i giovani tra i 20 e i 30 anni

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Contucci e Di Pardo hanno inviato una richiesta ufficiale ai vertici dell'azienda sanitaria


MONTENERO/PETACCIATO. Accelerare la campagna di vaccinazione per i giovani di età compresa tra i 20 e i 30 anni. A chiederlo sono i sindaci di Montenero di Bisaccia Simona Contucci e di Petacciato Roberto Di Pardo.

L'appello è stato messo nero su bianco in una missiva inviata ai vertici dell'Asrem.

“Purtroppo – si legge nella note - le vaccinazioni anti Covid previste per le fasce di età 20/30 anni nei nostri Comuni vanno molto a rilento. Ci rendiamo conto della necessità di mettere in sicurezza i cittadini over 50, specie con la diffusione della variante Delta, procedendo all’immunizzazione attraverso la somministrazione della seconda dose, ma i nostri paesi, che sono a ridosso dell’Abruzzo, stanno pagando più di altri lo scotto dei contagi fra i più giovani. A Montenero ad esempio, dal mese di giugno, sono scoppiati un paio di cluster che, in molti casi, hanno determinato disdette da parte dei turisti che avevano prenotato presso le strutture ricettive presenti sul nostro territorio.

Molti ragazzi di Montenero di Bisaccia e Petacciato – si legge ancora nella nota - hanno letteralmente invaso il centro vaccinale di San Salvo, che purtroppo, è stato costretto a sospendere le somministrazioni, vista la considerevole affluenza di molisani presso la struttura abruzzese. Nel nostro ruolo di sindaci di paesi che vivono prevalentemente di indotto derivante dal turismo, siamo a chiedere di accelerare le vaccinazioni per le fasce di età 20 e 30 anni, poiché è facilmente prevedibile come questo vulnus determinerà inevitabilmente una situazione di rischio e un danno economico per le attività che stanno cercando di ripartire, nonostante le difficoltà create dal Covid”.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

 

Change privacy settings