Tokyo 2020, Maria Centracchio cittadina onoraria di Rocchetta a Volturno

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Festa grande nel paese di origine della judoka vincitrice della medaglia di bronzo alle Olimpiadi. Il riconoscimento le sarà assegnato nel corso del prossimo Consiglio comunale


ROCCHETTA A VOLTURNO. Maria Centracchio medaglia di bronzo alle Olimpiadi: festa grande a Rocchetta a Volturno, paese di origine della famiglia. La comunità, con in testa il sindaco Teodoro Santilli, ha celebrato questo momento storico insieme a papà Bernardo, primo allenatore e tifoso della judoka e alla mamma Silvia Caruso. Non solo. Il prossimo 4 agosto in Consiglio comunale verrà conferita all'atleta la cittadinanza onoraria per la  sua partecipazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Una decisione maturata già prima della sua grande vittoria.

“I Giochi Olimpici – si legge in una nota del Comune - costituiscono l'evento di più ampio impatto partecipativo e di maggior forza aggregatrice del nostro tempo. Rappresentano un fenomeno universale che da sempre coinvolge gli uomini nel nome della lealtà, della solidarietà e della fratellanza. La partecipazione di Maria, figlia di Bernardo, nostro concittadino, rende orgogliosa la nostra comunità. Inoltre, ci permette di lasciare un messaggio ai giovani atleti affinché prendano esempio da chi li ha preceduti. Le gesta sportive di Maria saranno di stimolo e determinazione per i successi sportivi dei nostri ragazzi. La nostra intenzione è anche quella di far rivivere il coraggio e l'entusiasmo della partecipazione ai Giochi Olimpici, e di suggerire ai giovani uno scopo nobile per la vita, un obiettivo coinvolgente e ricco di fascino, che li distolga dall’indolenza attuale che li porta a chiudersi in se stessi, in balia dei computer e dei social".

"Lo sport rappresenta un rifugio più sicuro della solitudine di una stanza. Allora un titolo di onorificenza come questo, può essere un modo per restituire vigore ad un mondo a volte dimenticato, per riscoprire un mito e per donare un sogno ai ragazzi di oggi, ricordandogli che nella vita tutto è possibile. La partecipazione di Maria è una preziosa testimonianza di quanto sia importante non arrendersi mai. I giochi olimpici sono un pezzo fondamentale della storia dell’umanità, ecco perché l’iniziativa di dare a Maria la cittadinanza onoraria può essere significativa in un momento in cui il mondo si interroga sulla violenza, sull’intolleranza e sulla tristezza personale e professionale dei giovani. Il valore educativo dello sport risiede nella forza di volontà che ci insegna, nella motivazione che ci spinge a superare noi stessi, ma anche nel messaggio di amore e di speranza che ci regala e nelle emozioni che ci tengono col fiato sospeso finché un nostro concittadino non termina la sua faticosa ma splendida prestazione, vinta o persa che sia. È questo che ci aspettiamo da Maria e da quanti seguiranno il suo esempio. Siamo perciò felici di accoglierla fra i nostri cittadini”, ha concluso il sindaco.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings