Covid, Gimbe: "Siamo nella quarta ondata”. Casi in aumento ovunque tranne che in Molise

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il monitoraggio della Fondazione fa scattare l’allarme e rileva come il numero dei morti sia aumentato del 46% in 7 giorni


ROMA/CAMPOBASSO. Anche l’Italia, come altre nazioni europee negli ultimi giorni, sarebbe di fatto entrata nella quarta ondata dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

A lanciare l’allarme è la Fondazione Gimbe alla luce dei dati del monitoraggio indipendente stilato settimanalmente.
Dopo 15 settimane di calo, - riporta pure TgCom24 - tornano a salire le vittime: 111 nell'ultima settimana, sono state il 46% in più rispetto alle 76 della settimana precedente. Incremento settimanale anche dei nuovi casi (+64,8%), di ricoveri con sintomi (+34,9%) e di terapie intensive (+14,5%).

In tutte le Regioni, eccetto il Molise, si rileva un incremento percentuale dei nuovi casi e in 40 Province l'incidenza supera i 50 casi per 100mila abitanti. Tre Province fanno registrare oltre 150 casi per 100mila abitanti: Caltanissetta (272), Cagliari (257) e Ragusa (193).

Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, commenta: “Il virus circola più di quanto documentato dai nuovi casi identificati a causa dell'insufficiente attività di testing e dalla mancata ripresa del tracciamento dei contatti, reso sempre più difficile dall'aumento dei positivi".
Si conferma, infine, un lieve incremento dei ricoveri che documenta l'impatto ospedaliero della variante Delta: il numero di posti letto occupati da pazienti Covid in area medica è passato dai 1.088 del 16 luglio ai 1.611 del 27 luglio e quello delle terapie intensive dai 151 del 14 luglio ai 189 del 27 luglio, anche se le percentuali rimangono basse, con tutte le Regioni che registrano molto valori inferiori al 15% per l'area medica e al 10% per l'area critica.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto! 

Change privacy settings