‘No’ dei fedeli al trasferimento del parroco: appello del sindaco al vescovo

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La lettera del primo cittadino di Castelpetroso Tamburri chiedere di far restare in paese don Mattia



CASTELPETROSO. Ha creato enorme dispiacere la scelta dell’arcivescovo della diocesi di Campobasso, monsignor Giancarlo Bregantini, di trasferire il parroco di Castelpetroso, padre Mattia La Rocca, divenuto importante punto di riferimento per i fedeli.

Per questo il sindaco Michela Tamburri ha inviato una missiva al vescovo, facendosi portavoce del malcontento della sua comunità.

“La scelta da lei operata – si legge nella lettera – circa due anni fa, nel designare padre Mattia come guida religiosa della nostra gente fu estremamente appropriata e, nel corso del tempo, la figura di questo parroco, dai modi gentili e garbati, ha contribuito a rinsaldare i legami umani e religiosi di una comunità che, per diverso tempo, aveva vissuto una sorta di ‘precariato’ parrocchiale. Di non poco conto – evidenzia ancora il primo cittadino – è anche la funzione sociale che il buon parroco svolge nella comunità, composta prevalentemente da persone anziane che, a causa del progressivo spopolamento del comune, vivono in una condizione di maggior fragilità, solitudine e difficoltà di accesso ai servizi”.

Da qui l’appello del primo cittadino. “Nel ribadire pieno rispetto per le decisioni che vorrà assumere – sottolinea Tamburri – e certa che esse saranno assunte nella logica del benessere collettivo, le chiedo tuttavia, in qualità di sindaco di questa comunità, di voler tenere in considerazione gli aspetti e le circostanze sopra rappresentati, affinché venga preservata la serenità della comunità dei cittadini di Castelpetroso”.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 



Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings