Isernia volta pagina: Piero Castrataro è il nuovo sindaco

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Al termine di un’intensa campagna elettorale senza esclusione di colpi. La spunta su Gabriele Melogli, grazie alla novità e a un centrosinistra unito


ISERNIA. Colpo di scena annunciato: l’onda lunga del centrosinistra trainato da Piero Castrataro, che già al primo turno di Amministrative aveva arginato l’avanzata delle truppe collaudate del centrodestra, non si è fermata e ha portato dritta al vertice di palazzo San Francesco.

Il giovane ingegnere è il nuovo sindaco di Isernia, incoronato dai cittadini nel turno di ballottaggio appena conclusosi con 6.442 preferenze, pari al 58,72 per cento, contro il 41,28 per cento del suo avversario, Gabriele Melogli, che si ferma a 4.529. Quella di Castrataro è stata un’ascesa incontenibile: da quando, ancora poco conosciuto, si è presentato prima a quelli che sono diventati i suoi alleati politici e poi alla gente, riscuotendo un successo sempre crescente.

Ed ecco che la sua figura, al cospetto di un centrodestra molto litigioso, è riuscita a tenere insieme il centrosinistra, che unito ha raggiunto l’obiettivo di conquistare la casa municipale.
La sua impresa inevitabilmente riporta alla mente la figura del suo predecessore Ugo De Vivo (più volte ricordato anche con commozione nel corso della campagna elettorale), che volle Castrataro nella sua giunta, come tecnico, in un’esperienza interrotta ancor prima di partire.

Ma oggi è il tempo della festa e, dunque, di un nuovo inizio carico di aspettative.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto! 

Change privacy settings