Il Molise perde 11 abitanti al giorno. Ma su come frenare lo spopolamento è scontro politico

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Il dibattito oggi in Consiglio regionale, in riunione senza il governatore Donato Toma, assente per motivi istituzionali. La questione della ripresa dell’emigrazione legata anche al progetto del del reddito di residenza, di cui ha parlato la stampa di tutto il mondo e che non è ancora partito


CAMPOBASSO. Il Molise perde 11 abitanti al giorno. Circa 4mila persone in un anno, per lo più giovani, che vanno via perché non trovano lavoro e prospettive in regione.

Numeri che rendono l’idea di un fenomeno drammatico, quello che la regione sta vivendo, emersi durante il dibattito, diventato poi scontro politico, sull’ordine del giorno presentato oggi in Consiglio regionale dall’esponente di Fratelli d’Italia Aida Romagnuolo, nel quale si invitava il governatore Donato Toma, oggi assente per motivi istituzionali, a promuovere la costituzione di una commissione speciale, aperta alla partecipazione degli esponenti del partenariato e delle categorie produttive. Per studiare interventi finalizzati a fermare il fenomeno dello spopolamento e a rilanciare il lavoro e l’economia in regione.

Argomento rinviato, la stessa Romagnuolo si è impegnata a rivedere la proposta – dal sottosegretario Roberto Di Baggio erano emersi dubbi sulla composizione della stessa commissione - non prima che si aprisse lo scontro politico. E l’attacco delle minoranze

“Fratelli d’Italia deve fare chiarezza – le parole del capogruppo del M5s Andrea Greco – su questo tentativo di commissariamento del Consiglio regionale – I temi del lavoro e della migrazione sono competenze della Seconda commissione consiliare, presieduta da Michele Iorio e di cui la stessa Romagnuolo è componente. La commissione dunque già esiste. Fermare lo spopolamento - ha aggiunto - si può fare con interventi concreti, come possono essere anche i 54 corsi di formazione professionale che stanno per partire, finalizzati a formare figure specifiche che possono servire Molise, ma anche con misure specifiche, come l’attuazione della Film commission”.

Greco ha quindi annunciato la richiesta di convocazione di una seduta monotematica sulla Programmazione europea 2021/27 e sui fondi del Pnrr, “per studiare azioni di sistema che possano servire a contrastare lo spopolamento”.

Dello stesso tenore l’intervento del dem Vittorino Facciolla, che ha denunciato “lo stato comatoso in cui versa la maggioranza” e che ha parlato di 3 anni e mezzi di legislatura “in cui si è tirato a campare, senza far nulla".

Voto rinviato dunque, mentre in aula lo stesso Michele Iorio ha rilanciato il tema dei ritardi nell’attuazione del cosiddetto reddito di residenza, il provvedimento finalizzato a sostenere chi, dall’Italia o da altri Paesi, si impegnava a trasferirsi in Molise per aprire un’attività, rilanciando i piccoli borghi e frenando il fenomeno migratorio. Un esempio di buone pratiche, ha rimarcato Iorio, di cui aveva parlato la stampa di tutto il mondo. Di fatto in stand-by.

Carmen Sepede

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings