Guardie mediche chiuse e carenza di camici bianchi, Fismu: “In Molise situazione insostenibile”

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il sindacato ha richiesto un incontro urgente ai vertici Asrem


CAMPOBASSO. In Molise da anni c’è una carenza strutturale di medici di continuità assistenziale e negli ultimi mesi le sedi di guardia medica a volte rimangono chiuse. Questa la denuncia della Federazione Italiana Sindacale Medici Uniti-Fismu che ricorda i reiterati appelli alle Istituzioni rimasti inascoltati.

Giuseppina Rocchio rappresentante sindacale di Fismu per l’area della continuità assistenziale sottolinea: “Da anni invece di bandire le cosiddette zone carenti, stabilizzando il personale medico, oppure razionalizzare le sedi, si insiste con la politica dello ‘struzzo’. Le nostre richieste non sono state prese in considerazione e si è continuato a tamponare il deficit di professionisti, reclutando medici specializzandi e neolaureati di altre regioni, creando notevoli disagi per la formazione dei turni e delle reperibilità. Questa situazione era ampiamente prevedibile eppure nel mese di dicembre si è arrivato a dover chiudere in alcuni giorni (soprattutto festivi) gli ambulatori di continuità assistenziale, procurando notevoli disagi alla popolazione”.

“Come Fismu - conclude Rocchio - abbiamo chiesto un incontro urgente con la dirigenza dell’Azienda Sanitaria Molisana perché è una realtà insostenibile. Ora basta, servono soluzioni strutturali non ‘toppe’ momentanee”.

Change privacy settings