Scuola-lavoro, siglata l'intesa

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
[caption id="attachment_8851" align="alignleft" width="200"] Un'immagine della conferenza stampa[/caption]

È stato sottoscritto nella mattinata odierna un protocollo di intesa che regolerà i rapporti di collaborazione tra l’Ittierre, l' Istituto d'arte Manuppella, l'Itis Mattei e la Provincia di Isernia finalizzati a sviluppare un progetto di alternanza scuola-lavoro. I soggetti coinvolti promuoveranno azioni formative e di individuazione di talenti e di eccellenze nell’ambito del settore tessile, dell’abbigliamento e della moda, per favorire la formazione di figure professionali altamente specializzare e qualificate in grado di contribuire alla valorizzazione del Made in Italy. All’incontro hanno preso parte il presidente della Provincia di Isernia Luigi Mazzuto, gli assessori provinciali Antonio Tedeschi e Gaetano Marucci, Tommaso Bianchi in qualità di rappresentante della Ittierre, il dirigente scolastico Florinda Vecchiarelli e alcuni docenti dell’Isiss “Manuppella-Mattei”, oltre ad alcuni rappresentanti dell’Ufficio Scolastico Regionale. Il presidente Mazzuto ha inteso sottolineare la valenza del protocollo: “Questo accordo inaugura un nuovo modo di fare formazione nelle scuole, gli studenti possono finalmente contare su un percorso educativo valido e professionalizzante che crei i presupposti per un inserimento nel mondo del lavoro. Il protocollo, oltre a mettere i nostri giovani in relazione con una delle più importanti realtà imprenditoriali del Molise, ha anche un altro obiettivo: implementare il legame e l’integrazione degli imprenditori che arrivano da fuori regione e che investono sul territorio con il tessuto socio-culturale locale”. A tal proposito Bianchi, ha dichiarato che ormai da due anni il padre, patron dell'azienda tessile di Pettoranello, e i  fratelli sono impegnati sul territorio molisano e che intendono rimanerci a lungo. “Questo ‘patto formativo’ rinsalda ulteriormente i già ottimi rapporti con il territorio. L’Ittierre è un’azienda giovane, proiettata al futuro e il connubio tra la scuola e la nostra azienda in quest’ottica è assolutamente felice. Non solo i ragazzi potranno avvicinarsi al settore tessile e a tutti i comparti della filiera della moda, ma l’azienda, al contempo, avrà modo di conoscere e valutare giovani talenti che potrebbero essere valide risorse occupazionali”. La parola è passata all’assessore all’istruzione Tedeschi, convinto sostenitore dell’iniziativa: “Il protocollo ha tra le finalità proprio l’obiettivo di istruire i giovani che si formano nelle nostre scuole ad una professione per creare validi professionisti locali da inserire nelle realtà imprenditoriali ubicate sul nostro territorio, per dare respiro alla drammatica situazione occupazionale che travolge soprattutto i giovani delle regioni del Mezzogiorno italiano”. Al dirigente scolastico Vecchiarelli il compito di illustrare il percorso formativo: “Si tratta di un’occasione concreta che accompagna gli studenti dell’indirizzo di moda del Liceo Artistico e dell’indirizzo informatico dell’Itis a conoscere da vicino la filiera del tessile e della moda, seguendo l’intero processo realizzativo che parte da un’idea e che si concretizza con l’organizzazione di una sfilata. Gli studenti dell’Istituto tecnico saranno più indirizzati verso l’elaborazione di software di grafica a supporto del settore. Si arricchisce, pertanto, l’offerta formativa del nostro Istituto, nel quale  accanto ad un percorso educativo, a breve verrà attivato un percorso di preparazione professionale nel mondo della moda”. “Abbiamo bisogno di profili elevati di competenze ed è giusto che siano i nostri giovani ad essere istruiti in questa direzione” – ha aggiunto l’assessore alle attività produttive Marucci che ha riportato l’attenzione dei presenti anche “sull’importanza del ritorno all’artigianato, al manufatto ‘d’autore’ e alle botteghe di una volta da dove emergevano autentici talenti”.