Aesernia: lascia Bragaglia, ritorna Grana

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Calcio a 5: il portiere si accasa all'Orte, con lui va via anche Matteo Fusco. Ma i biancocelesti recuperano il bomber dell'anno scorso

 

ISERNIA. Primi movimenti di mercato in casa Aesernia. E che movimenti. Lascia la formazione biancoceleste il portierone italo/brasiliano Edu Bragaglia con destinazione Orte. Con lui anche il laterale campobassano Matteo Fusco: “La partenza di Bragaglia era da mettere in preventivo perché sapevamo che diverse squadre erano interessate a lui e che prima o poi sarebbe arrivata un’offerta importante – dice il presidente Antonio Di Franco – Edu ha ricevuto una proposta irrinunciabile dall’Orte e noi lo abbiamo lasciato andare. E’una perdita importante, ma siamo allo stesso tempo tranquilli perché abbiamo un portiere di valore come Francesco D’Alauro che, prima dell’arrivo di Bragaglia, era destinato ad essere il nostro titolare. D’Alauro in questi mesi si è allenato benissimo con il nostro preparatore De Rosa ed è pronto a scendere in campo già sabato a Rossano. Vogliamo salutare Edu, ringraziandolo per la sua professionalità e per la sua umanità, augurandogli tutte le fortune personali che merita in ben altre categorie. Con Bragaglia va via anche Matteo Fusco a cui abbiamo deciso volontariamente di rinunciare non potendo garantire al ragazzo lo spazio che meriterebbe per l’impegno e il sacrificio di questi mesi. Purtroppo in alcune circostanze il valore del giocatore non è in discussione, ma alcune alchimie fondamentali non vengono a realizzarsi. Anche a lui facciamo un grande in bocca al lupo per la sua nuova avventura che sarà molto probabilmente nella C1 molisana con la maglia della Win Campobasso”. Per due partenze, un grande ritorno, quello di Marcio Grana, il trascinatore dell’Aesernia dello scorso anno che a suon di gol (ben 26) e di assists ha portato i biancocelesti in serie A2: “Alla fine la nostalgia l’ha fatta da padrona e sia noi che Marcio abbiamo fatto di tutto per rincontrarci – dice ancora Di Franco – Penso sia il giocatore ideale per garantirci maggiore qualità in mezzo al campo, maggiore impermeabilità in fase difensiva e un maggior possesso palla, cosa che ci è mancata finora. Grana lascia il Policoro in vetta alla classifica della serie B e già sabato sarà in campo per la gara di Rossano con l'Odissea 2000. Credo che alla fine questa prima parte di mercato ci veda rinforzati. Abbiamo perso un grande portiere, ma abbiamo recuperato un ottimo estremo difensore come D’Alauro che finora non era stato mai impiegato e in più abbiamo un grandissimo giocatore in più in mezzo al campo, che due anni fa in A2 con la maglia del Loreto ha portato gli abruzzesi ad un passo dalla serie A1. Colgo l’occasione - ha concluso Di Franco - per ringraziare il presidente del Policoro che ha fatto di tutto per portare a buon fine questa trattativa”.