Aesernia calcio a 5, mercato chiuso: due arrivi, quattro partenze

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

ISERNIA. Due arrivi, quattro partenze. Mercato chiuso per l'Aesernia, che con la cessione di Palumbo al Venafro riparte verso l'undicesima giornata del torneo di serie A2. Sono dunque quattro le partenze: Bragaglia (Orte), Fusco (Win Campobasso), Sepe (svincolato) e Palumbo (Venafro). Due invece gli arrivi, ovvero Grana e Oriente, anche se pure D'Alauro, mai impiegato dal suo arrivo, perché chiuso proprio dal fenomeno Bragaglia, ora titolare tra i pali, può essere considerato alla stregua di un nuovo acquisto: "Siamo soddisfatti di questa sessione di mercato perché riteniamo di aver fatto le operazioni giuste per restare competitivi e per proseguire il nostro splendido cammino in questa stagione con serenità - dice il presidente Antonio Di Franco - Dispiace sempre quando ci si deve separare da persone con cui si è condiviso un percorso, ma il calcio è anche questo ed è fatto di mille situazioni diverse tra loro. Bragaglia ha ricevuto un'offerta irrinunciabile dall'Orte e di comune accordo e a malincuore lo abbiamo fatto partire, Fusco e Sepe hanno trovato poco spazio in questa prima parte della stagione ed era giusto dare loro la possibilità di giocare. Tre ragazzi splendidi che speriamo un giorno di riavere con noi. Per Palumbo,invece, si è trattato di una richiesta espressa del giocatore di tornare nella sua Venafro, giunta proprio venerdì scorso prima della gara di Rossano per la quale non era stato convocato e lo abbiamo accontentato con molto piacere, augurandogli di poter contribuire con le sue grandi qualità tecniche al complicato cammino del Venafro in serie B e di ripetere in maglia bianconera gli splendidi trionfi vissuti in biancoceleste. A fronte di queste partenze il ritorno di un grandissimo giocatore come Grana, il cui apporto si è già visto a Rossano, l'arrivo di uno dei migliori talenti molisani under 21 come Oriente, e la presenza tra i pali di quello che è considerato il miglior portiere molisano qual è D'Alauro ci danno grande tranquillità per quelli che sono i nostri obiettivi. Ora però abbiamo una partita importante come quella di sabato prossimo contro l'Acireale che purtroppo dovremo affrontare senza gli squalificati Melise e Cuculicchio. Occorrerà l'impegno e il sacrificio di tutti per portare a casa una vittoria che sarebbe fondamentale, sia per la lotta salvezza che per mantenere accesa la speranza di accedere alla final eight di coppa Italia".