Isernia Fc: stipendi non pagati ai giocatori, due punti di penalizzazione

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

ISERNIA. E' una stagione maledetta per l'Isernia. Proprio quando la vittoria contro la capolista Ancona aveva risollevato il morale e riacceso qualche speranza di salvezza tramite i play-out, si ripresenta la questione relativa alle vertenze che arriva come un fulmine a ciel sereno. Dal comunicato ufficiale emesso oggi dalla Federazione italiana gioco calcio, si apprende che la Commissione disciplinare nazionale, riunitasi il giorno 17 aprile 2014, in accoglimento del deferimento disposto dalla Procura federale per il mancato pagamento delle somme a quattro giocatori , ha inflitto le seguenti sanzioni: inibizione per mesi 9 a carico di Duilio Petrarca, presidente e legale rappresentante della società sportiva dilettantistica; penalizzazione di 2 punti in classifica per la l'Isernia Football Club da scontarsi nella corrente stagione sportiva, oltre all'ammenda di 3mila euro. Come si apprende dal comunicato, le sanzioni sono state inflitte per non avere provveduto nel termine di trenta giorni alla corresponsione della somma di 7.500 euro in favore del calciatore Carmine Guglielmi; 4mila in favore del calciatore Danilo Fusaro; 5mila in favore del calciatore Vincenzo Capuozzo; 4.300 in favore del calciatore Giuseppe Calabrese. Il termine di trenta giorni assegnato alla società per l'adempimento è trascorso inutilmente e neppure successivamente è intervenuto il pagamento di quanto dovuto. Probabilmente, in questi ultimi mesi, si è fatto finta di ignorare una situazione che ormai pesa come una spada di Damocle sul club biancoceleste. La squadra ha cercato di non pensare ai problemi societari e di concentrarsi esclusivamente sul campo per ottenere qualche risultato utile che le consentisse di risalire dai bassifondi della classifica. Purtroppo non si può non tener conto di quei debiti pregressi che, se non verranno saldati, rischiano di compromettere la stessa sopravvivenza del club biancoceleste. E siccome fino ad ora nessun imprenditore si è mostrato interessato a rilevare la società, la prossima stagione sarà molto difficile garantirne l'iscrizione, a prescindere dal campionato nel quale si giocherà. L'Isernia lotta così per una doppia salvezza, sul campo e al di fuori di esso.

Giu. Cri.

Change privacy settings