Gara di Val d’Orcia: esordio di tutto rispetto per Francesco Diana

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

VAL D'ORCIA. 11 ore e mezza: questo il tempo impiegato da Francesco Diana della Nuova atletica Isernia (Nai) per percorrere i 100km della 'Tuscany Crossing Val d'Orcia', gara estrema che si è tenuta sabato 26 aprile sulle strade bianche della Toscana.
L'isernino è giunto nono al traguardo, ottavo nella categoria maschile. Risultato di tutto rispetto per l'esordio di Diana sulla distanza. Una gara massacrante che ha visto decimati gli atleti: dei settecento disposti dietro i nastri di partenza solo 145 sono giunti al traguardo. Tra questi, oltre a Diana, anche l'isernino Remo Bernardo, arrivato trentacinquesimo.
"Questo risultato è prima di tutto il premio per il tanto lavoro che Francesco e Remo hanno profuso in fase di preparazione – commenta soddisfatto il presidente Agostino Caputo –L'ultramarathon non è per tutti, richiede uno sforzo fisico e mentale notevole".
Non è l'unica soddisfazione per la Nai negli ultimi giorni: la partecipazione al 'Trofeo della Liberazione' tenutosi a Roma venerdì 25 aprile ha visto Piermarco D'Angelo conquistare il quinto posto nella gara dei mille metri. "Posizione che mostra – commentano i soci – il buono stato di forma e i miglioramenti dell'atleta di Roccamandolfi, desideroso di partecipare ai Campionati italiani su pista in programma a Torino dal 6 all'8 giugno".
Il prossimo impegno per l'associazione isernina sarà giovedì 1 maggio in occasione della tredicesima edizione della 'StraBenevento', gara di 10 km con doppio circuito cittadino. Diversi gli atleti pentri ai nastri di partenza, tra questi anche Giovanni Grano, che si è buttato subito alle spalle le fatiche della maratona di Milano.

Change privacy settings