L’Isernia porta a casa anche il derby e riprende il comando del girone

L’Isernia porta a casa anche il derby e riprende il comando del girone

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Inutile il goal di Panico per il Venafro. Doppio Di Matteo e Mingione confezionano la sesta vittoria consecutiva. Scatto d’orgoglio del Termoli che vince in rimonta


Risultati 20° turno:
Alife-Vulcania 4-1
Sesto Campano- Frentania 2-0
Campobasso 1919-Guglionesi 1-2
Vastogirardi- Campodipietra 5-0
Riccia-Spinete 3-0
Bojano Tre Pini 1-1
Termoli-Gambatesa 3-2



Isernia- Venafro 3-1 (primo tempo 1-1)
Isernia: Biasella, Saulino, Staffieri, Minichiello, Sabatino, Milanese, Mingione, Fazio, Di Matteo, contestabile(46’Iaboni) Rega(88’ Giordano) All. Di Rienzo
Venafro: Roncone, Delli Carpini(77’Samsam) Galardi, Pesce, Simonetti,Navarro, Fascia, Santopaolo(61’Nucci),Patriciello, Panico, Vallone. All. Urban
Arbitro: Cicchini di Termoli, Viotti-Mainolfi
Note: ammonito Mingione (I)
Marcatori: 20’ rig. e 68’ Di Matteo (I), 73’Mingione (I), 32’Panico (V)

ISERNIA. In un pomeriggio in gran parte soleggiato al Lancellotta, l’Isernia trionfa nel classico derby col Venafro e riprende il comando del raggruppamento. Tribuna locale un po' più colma rispetto alle uscite precedenti, intorno alle dieci unità invece il pubblico di fede bianconera, alla luce del limite di quaranta persone imposto dalla prefettura.

L’Isernia approccia in maniera consistente e costruisce nei primi venti minuti il vantaggio, realizzato da un penalty di Matteo propiziato da un fallo in area di Delli Carpini su Mingione. L’attaccante pentro spiazza Roncone per l’1-0. Non si fa attendere la reazione dell’undici di Urban che colpisce poco dopo la mezz’ora proprio con l’ex più atteso, Panico, che sul suggerimento di Navarro batte Biasella, miracoloso nel primo tentativo del suo avversario. Intorno all’intervallo attimi di sgomento per Contestabile, che dopo aver subito un calcio dietro la fronte, accusa un leggero giramento di testa. Si è ritenuto necessario l’intervento dei sanitari del pronto soccorso di Isernia, che hanno sottoposto la punta biancoceleste a specifici accertamenti. Nulla di grave per lui, sostituito nella ripresa da Iaboni.

Nei secondi quarantacinque minuti, la squadra di Di Rienzo torna stabilmente col piede sull’acceleratore e trova il nuovo vantaggio al ventitreesimo: sugli sviluppi di un corner, scambio corto tra Iaboni e Fazio, con il traversone di quest’ultimo trasformato in oro da Di Matteo che manda alle spalle di Roncone: 2-1. Trascorrono cinque minuti, e Mingione raccoglie una respinta corta della difesa ospite e con il destro segna il tris che permette all’Isernia di tornare in testa alla classifica e ristabilire il prezioso +2 sul Vastogirardi. Il prossimo avversario della capolista sarà il Campodipietra, sabato all’antistadio Acli, per continuare a inseguire il sogno promozione.

Classifica aggiornata: Isernia 55, Vastogirardi 53, Termoli 44, Venafro42, Guglionesi 35, Tre Pini 30, Riccia 28,Campodipietra 24, Frentania 23, Gambatesa 22,Sesto Campano e Bojano 20, Alife 19, Vulcania 17, CB 1919 12, Spinete 11.
Prossimo turno: Campodipietra- Isernia, Tre Pini- Vastogirardi, Venafro35-Campobasso 1919, Sesto Campano-Gambatesa, Frentania- Bojano, Guglionesi- Riccia, Spinete-Alife, Vulcania- Termoli.

Unisciti al nostro gruppo Whatsapp per restare aggiornato in tempo reale: manda ISCRIVIMI al numero 3288234063

Privacy Policy